cerca CERCA
Giovedì 20 Gennaio 2022
Aggiornato: 14:36
Temi caldi

Scuola, gli studenti rispondono a Renzi con un contro-filmato /Video

14 maggio 2015 | 15.19
LETTURA: 3 minuti

L'Unione degli Studenti: "Lo spieghiamo noi il ddl! La mobilitazione proseguirà". Deputati dem replicano con altro video: "E' una buona riforma". Il Garante: "Blocco degli scrutini illegittimo e dannoso, pronti a precettazione". Il premier: "Discutiamo ma no a boicottaggi" /Video. Palazzo Chigi: "Nessuna fiducia, avanti con il confronto". Si va verso 'blocco' scrutini dopo fumata nera governo-sindacati

alternate text
Il controfilmato degli studenti

"Ciao Matteo, siamo contenti che tu sia contento che finalmente la scuola sia al centro del dibattito del Paese. Di certo però non è merito tuo e del tuo governo". Inizia così la replica - ironica - degli studenti alla 'video-lezione' del premier sulla riforma della scuola.

"Renzi si arroga il merito di aver aperto il dibattito nel Paese sulla scuola. In realtà è proprio lui e il suo Governo ad aver tentato di silenziarlo, manganellando gli studenti, sgomberando le scuole in occupazione o tacciando gli studenti e i professori di squadrismo. Siamo stati noi a porre la scuola al centro dell'attenzione, perché proprio quest'ultima è al centro di un attacco!" dichiara Danilo Lampis, Coordinatore Nazionale dell'Unione degli Studenti.

"Continuano a portare avanti un modello di scuola autoritario con un dirigente che continua a decidere tutto in forma diretta ed indiretta, succube dei privati, che legittima le disuguaglianze attraverso il 5 X 1000 e lo school bonus invece che abbatterle e che mette in concorrenza falsata scuole pubbliche e private, concedendo nuove agevolazioni a favore di queste ultime. Non c'è un euro sul diritto allo studio - sottolinea Lampis - e non si pensa a finanziare realmente la scuola pubblica per raggiungere la media di investimenti europea".

Il Coordinatore Nazionale dell'Unione degli Studenti annuncia quindi che "la mobilitazione proseguirà, a partire dalle giornate del 18, 19 e 20 dove promuoveremo iniziative in concomitanza del voto alla Camera, sino a sostenere ulteriori forme di lotta assieme agli insegnanti e ai genitori, compresa il blocco degli scrutini" conclude l'UdS.

CONTRO-VIDEO DEPUTATI PD A STUDENTI: "E' UNA BUONA RIFORMA" - "Cari studenti". Comincia così il video -un contro-video per l'esattezza- indirizzato dai deputati dem agli studenti in difesa della riforma della 'buona scuola'. A turno, i parlamentari dem rispondono punto per punto ai quesiti posti dai ragazzi.

Dal cosidetto dirigente 'sceriffo' alla valutazione degli studenti dei propri insegnanti, dalla scuola pubblica appaltata ai privati alla querelle sulle presunte disuguaglianze create dal provvedimento. I parlamentari dem difendono a spada tratta il testo della buona scuola. "Vogliamo valorizzare il merito - dicono - non punire qualcuno". Sullo sfondo le parole di Enrico Berlinguer nel suo 'discorso ai giovani' del giugno del '76: 'Andare avanti con determinazione, slancio, audacia. Non da utopisti che inseguono chimere o da schematici che si abbarbicano ai testi; non da estremisti che si lanciano in velleitarie fughe in avanti, ma neppure da opportunisti che si acconciano al presente, navigando di piccolo cabotaggio che seguono il tracciato delle coste; noi vogliamo affrontare le sconfinate distese del mare aperto per approdare ad una nuova società a misura dell’uomo'.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza