cerca CERCA
Giovedì 20 Gennaio 2022
Aggiornato: 14:36
Temi caldi

Scuola, i presidi: "Criticità non devono spaventarci, per ora tutto tranquillo"

14 settembre 2020 | 10.56
LETTURA: 1 minuti

Lo dice all'Adnkronos Antonello Giannelli, presidente dell'Associazione nazionale presidi nel giorno della prima grande riapertura delle scuole nell'era Covid

alternate text
Fotogramma

"Al momento è tutto tranquillo. Non vorrei parlare troppo presto, facciamo gli scongiuri ma non abbiamo segnalazioni particolari. Da dire che diverse regioni apriranno il 24 e qualche scuola ha iniziato con la Dad, ma al momento no ci sono segnali di agitazioni o di problemi". Lo dice all'Adnkronos Antonello Giannelli, presidente dell'Associazione nazionale presidi nel giorno della prima grande riapertura delle scuole nell'era Covid.

"Bambini e ragazzi sono contenti di tornare a scuola, certo qualcuno avrebbe preferito continuare a non andare, ma sono ragazzi - afferma Giannelli - in generale sono contenti di ritrovare la quotidianità, di ritrovare i compagni e la loro dimensione sociale. E' il necessario ritorno alla normalità".

"Ottenere il risultato della riapertura delle scuole è stato possibile con un enorme sforzo da parte di tutti - sottolinea Giannelli - bisogna apprezzare tutto quello che è stato fatto e non criticare ciò che non si è riusciti a fare fino ad ora e su cui sta alacremente lavorando. Le criticità ci sono e non devono spaventarci, si risolveranno. C'è voluta una pandemia per far comprendere quanto la scuola sia importante - conclude Giannelli - ora mi auguro che non venga dimenticata. Sono necessari più investimenti sulla scuola, sulle infrastrutture, sulle metodologie, sull'intera ristrutturazione del sistema scolastico".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza