cerca CERCA
Mercoledì 26 Gennaio 2022
Aggiornato: 23:05
Temi caldi

Scuola, prove Invalsi: cortei e boicottaggio in tutta Italia

09 maggio 2017 | 16.05
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Oggi, in occasione delle prove Invalsi, in tutta Italia manifestazioni, assemblee pubbliche, sit in contro le deleghe della legge 107. Migliaia di studenti hanno protestato boicottando i test, scendendo in piazza e discutendo con i docenti nelle assemblee pubbliche.

“In tantissime città si sono svolti cortei, presidi, sit in e assemblee pubbliche per dimostrare la nostra contrarietà ai decreti delegati della legge 107 approvati un mese fa. Nonostante le numerose minacce pervenute dai presidi nelle scuole in moltissimi hanno boicottato le prove Invalsi non entrando a scuola o invalidandole” dice Francesca Picci coordinatrice nazionale dell’Unione degli Studenti, aggiungendo: “Ma non ci fermiamo qui, denunceremo i casi di minacce e ritorsioni, il boicottaggio e l’astensione sono nostri diritti!”.

“Ogni anno vengono spesi 14 milioni di euro per questi test standardizzati ed escludenti mentre non si investe sul diritto allo studio e non si combatte la dispersione scolastica che interessa ormai più di 750mila ragazzi - continua Francesca Picci - Inoltre l’introduzione delle prove Invalsi nella classe V qualifica i test come prove individuali e non di sistema, incrementando la pratica del 'teaching to test' nelle nostre scuole”. “Chiediamo l’eliminazione della legge 107 e dei suoi decreti delegati - conclude l’Uds - E’ necessaria una ridiscussione complessiva e democratica che coinvolga tutti gli attori della scuola”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza