cerca CERCA
Sabato 23 Ottobre 2021
Aggiornato: 07:06
Temi caldi

Moda

Segni particolari: bellissima. Charlee Fraser, ultima rivelazione delle passerelle

27 aprile 2016 | 13.21
LETTURA: 4 minuti

alternate text
Charlee Fraser sulle passerelle di Parigi - a sinistra per Lanvin a destra Dior -durante l'ultima fashion week (Afp) - AFP

A guardarla bene, con quegli occhi da cerbiatto e il taglio di capelli stile vecchia Hollywood che le incornicia il viso, sembra uscita da un film in bianco e nero. E invece Charlee Fraser, modella 21enne di Newcastle, città australiana a due ore da Sydney, si sta facendo largo nel mondo della moda grazie a quella grazia ed eleganza senza tempo che nel giro di una stagione hanno conquistato una ridda di stilisti, valendole ben 43 passerelle no-stop nelle fashion week che contano.

A partire da Alexander Wang, brand con il quale ha fatto il suo debutto lo scorso settembre, passando poi da Prada, Marni, Missoni, Lanvin , Chanel, Dior, Givenchy, Francesco Scognamiglio e Balenciaga. Sulla biografia di Instagram si definisce una 'modella in erba', ma sfogliando il suo curriculum è evidente che Fraser non ha bisogno di farsi le ossa nel fashion: la sua carriera ha già preso il volo da un pezzo.

Dopo essere stata notata da un fotografo australiano e aver mosso i primi passi sulle passerelle dell'Australian Fashion Week, Fraser è stata ingaggiata da Img Models, una delle agenzie di modelle più famose al mondo (la stessa di Gisele Bundchen, Laetitia Casta e Stephanie Seymour, per intenderci).

Tuttavia Fraser è diventata l'indossatrice del momento solo quando ha deciso di accorciare la sua lunghissima chioma castana passando sotto le forbici dell'hair stylist Guido Palau, che prima della sfilata di Wang ha creato per lei un bob leggermente sfilato. "Non so se sarebbe stato lo stesso se avessi tenuto i capelli lunghi – ha raccontato la modella a 'Wwd' – ma credo che sia stato il taglio di capelli a far sì che venissi notata. E' stato epico sfilare per questi brand così famosi. E' folle, prima senti storie di ragazze che hanno sfilato in questi show spettacolari e poi tu stessa hai la possibilità di farne uno. So come ci si sente, ora sono una di quelle ragazze".

Quello che sorprende, poi, è che la modella, madre aborigena e padre australiano, è la prima aborigena australiana ad aver fatto il grande salto nel fashion. Prima di lei, ricorda il quotidiano statunitense, solo altre due modelle aborigene erano apparse su 'Vogue Australia': Elaine George nel 1993 e Samantha Harris nel 2010. E proprio al mensile la modella aveva confessato qualche mese fa il suo sogno di apparire sulla cover dell'edizione australiana.

"In Australia l'industria della moda non è mai stata più aperta e disposta a rappresentare il talento degli indigeni - ha spiegato - Credo che qualsiasi opportunità debba essere colta, perché è alla portata di tutti. Come per qualsiasi lavoro, basta lavorare duramente e avere dedizione. Quello che spero è diventare un modello di riferimento per gli altri e fare da tramite per creare un ponte tra l'industria della moda e le questioni etniche".

Su Instagram, dove conta quasi 7mila follower, tra scatti in bianco e nero, istantanee dei viaggi e shooting fotografici la modella sembra determinata a non mollare la presa, come ha scritto pochi giorni fa citando Albert Einstein: "Mai rinunciare a ciò che si vuole veramente".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza