cerca CERCA
Venerdì 14 Maggio 2021
Aggiornato: 17:51
Temi caldi

Serie A, Parma-Milan 1-3

10 aprile 2021 | 20.08
LETTURA: 2 minuti

I rossoneri restano in dieci dal 60' per l'espulsione di Ibrahimovic per proteste

alternate text
(FOTOGRAMMA/IPA)

Il Milan batte 3-1 il Parma nell'anticipo della 30esima giornata di Serie A disputato allo stadio 'Tardini' della città emiliana. Per i rossoneri a segno Rebic all'8', Kessié al 44' e Leao al 95'; rete della bandiera per i ducali di Gagliolo al 66'. Gli ospiti restano in dieci dal 60' per l'espulsione di Ibrahimovic per proteste. In classifica i rossoneri salgono a quota 63, a -8 dall'Inter capolista, mentre gli emiliani restano penultimi con 20 punti.

Tredicesima vittoria in trasferta per il Milan che si impone e torna al successo dopo il mezzo passo falso casalingo contro la Sampdoria e rafforza il secondo posto in classifica dietro all'Inter; il tutto nonostante l'espulsione di Ibra che lascia i compagni in dieci a mezz'ora dalla fine e complica un match sin lì dominato.

La squadra di Pioli parte forte e va vicina al vantaggio al 5' con Kessié: errore dell'ex Conti su rimessa laterale con le mani, il centrocampista ivoriano recupera palla, arriva ai 20 metri e scarica un destro forte ma centrale che Sepe alza sopra la traversa. All'8' passa il Milan. Grande giocata di Ibrahimovic che riceve sui 30 metri, salta un uomo e serve Rebic al limite: bel movimento spalle alla porta del croato per entrare in area e poi destro preciso sotto la traversa.

Al quarto d'ora bella giocata degli ospiti. Palla orizzontale dalla sinistra di Hernandez per Calhanoglu, che finta lasciando palla a Ibra: sterzata dello svedese sul mancino e tiro dal limite deviato in corner. Poco dopo la mezz'ora si vedono i ducali, cross di Pezzella dalla sinistra che trova Pellè al centro, colpo di testa che termina a lato. Al 44' raddoppia il Milan. Scambio tra Ibrahimovic e Hernandez al limite dell'area, tocco del terzino francese per Kessié che può calciare da posizione centrale, preciso rasoterra che supera Sepe.

In avvio di ripresa Donnarumma, praticamente inoperoso nella prima frazione, compie un prodigioso doppio intervento, prima con un grande riflesso su un colpo di testa in area di Conti, poi è velocissimo in uscita sulla ribattuta a colpo sicuro di Pellè. Al 15' rossoneri restano in dieci per l'espulsione di Ibrahimovic, cacciato dal campo per proteste. Lo svedese si era lamentato con Maresca per un fallo subito da Kucka. L'espulsione cambia l'inerzia del match con i crociati che prendono coraggio e accorciano le distanze al 21': palla alta per Pellè sul secondo palo, sponda in mezzo e Gagliolo mette in rete.

Nell'occasione del gol di fa male Donnarumma che prende una botta al polso nel tentativo di anticipare Gagliolo. Il portiere riesce a restare in campo con una fasciatura. Alla mezz'ora assist di Pellè per Cornelius in area, il danese conclude a lato non di molto. Nel finale il Parma preme ma senza creare grandi pericoli al Milan che al 50' trova il tris in contropiede: Dalot sprinta e serve un assist perfetto a Leao, tutto solo contro Sepe, non sbaglia l'uno contro uno e chiude i giochi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza