cerca CERCA
Mercoledì 19 Gennaio 2022
Aggiornato: 11:28
Temi caldi

Sesso: sempre piu' di moda i ritocchi intimi per lei, +24% interventi (2)

29 aprile 2014 | 18.08
LETTURA: 3 minuti

(Adnkronos Salute) - "Per il perseguimento del benessere della paziente - prosegue Siliprandi - è fondamentale valutare il reale spessore del suo disagio. Lo specialista non deve ridurre all'aspetto meramente 'tecnico' il suo operare, ma anche almeno tentare di chiarire le motivazioni da cui è spinta la richiesta e quali siano le aspettative della paziente". Il confronto e la collaborazione tra specialisti di diverse discipline deve proseguire non solo per affinare le tecniche, ma anche "per sviluppare la sensibilità e la diffusione di una cultura, non condizionata dai dettami della moda corrente, che insieme al benessere fisico sostengano il benessere psicologico della donna, accompagnandola nell'invecchiamento e superando tabù e pregiudizi che ancora oggi limitano la sua serenità".

A Padova si è parlato delle novità in questo campo. Esistono trattamenti mini-invasivi per risolvere problemi di tipo funzionale. Le incontinenze urinarie femminili, che comportano forte imbarazzo e disagio oltre a una spesa economica di milioni di euro l'anno per l'acquisto di assorbenti, possono essere risolte con interventi eseguibili a regime ambulatoriale o di day surgery, spiegano gli esperti. Per ridare benessere alla sessualità femminile ci sono poi trattamenti ambulatoriali e indolori con laser che rigenerano la mucosa vaginale risolvendo la secchezza che limita o impedisce i rapporti sessuali.

E ancora. L'involuzione e la secchezza della vulva (in particolare il lichen sclero-atrofico che colpisce migliaia di donne) possono essere curate, con eliminazione del prurito, mediante trattamenti ambulatoriali con Prp (Plasma ricco di piastrine): un prelievo di sangue consente di ottenere un liquido con alte concentrazioni di piastrine autologhe, che viene inoculato con micro-aghi nello spessore della mucosa favorendo, nella parte trattata, l'aumento della vascolarizzazione e una stimolata produzione di fibre collagene ed elastiche da parte dei fibroblasti. L'utilizzo dell'acido ialuronico, infine, è utile per aumentare, anche se temporaneamente, la tumescenza delle grandi e delle piccole labbra e può contribuire al controllo della secchezza e del prurito della regione, non solo in virtù del suo potere idratante, ma anche grazie alla sua azione di stimolo alla produzione di nuove fibre collagene ed elastiche.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza