cerca CERCA
Sabato 27 Novembre 2021
Aggiornato: 00:05
Temi caldi

Salute: sfida a tennis per la solidarietà, come è nato Tennis & Friends

09 ottobre 2015 | 10.00
LETTURA: 5 minuti

alternate text
(foto dal sito www.tennisandfriends.it)

Si avvicina l'evento Tennis & Friends, il torneo di solidarietà e salute giunto alla quinta edizione, in agenda al Foro Italico di Roma il prossimo weekend del 10 e 11 ottobre. Un'idea nata da un'esperienza professionale di Giorgio Meneschincheri, della Fondazione Policlinico Gemelli di Roma, una storia a lieto fine che ha messo in evidenza l'importanza della prevenzione.

"Tennis & Friends - racconta Meneschincheri - è nato a seguito di una mia personale esperienza professionale. Una delle mie pazienti, peraltro moglie di un noto giornalista del nostro Paese, si è rivolta a me a seguito di un forte dimagrimento durante la gravidanza. Dopo i primi controlli risultava evidente la diagnosi di un tumore alla tiroide in stato avanzato; la paziente era al quinto mese di gravidanza".

"A quel punto le scelte sarebbero state due: estinguere il tumore attraverso la pratica chirurgica per poi fare la chemio, il che non era chiaramente compatibile con il proseguimento della gravidanza. La seconda possibilità era quella di portare avanti la gravidanza; avrebbe comunque dovuto effettuare l'operazione con limitazione degli esami diagnostici. Avrebbe quindi effettuato la chemio e radioterapia una volta portata a termine la gravidanza. La mia paziente, in un momento tanto difficile, ha quindi chiesto aiuto a un ulteriore centro di prestigio del nostro Paese, dove è stata consigliata per l'ipotesi più aggressiva". Dopodiché la paziente "è tornata da me, decidendo per l'ipotesi di tutela della gravidanza, con un rischio di maggior livello su se stessa. Quando il bambino è nato la sua mamma ha terminato il percorso di cura. Ora stanno bene. Questa storia e il suo lieto fine, mi hanno fatto molto riflettere sull'importanza della prevenzione".

Come si prevengono le malattie tiroidee? "Può bastare un'ecografia - dice l'esperto - Si tratta di una pratica molto poco invasiva", ma il problema è che ci sono "file lunghissime per l'accesso al pubblico servizio sanitario, mentre chi decide di farlo in privato deve affrontare costi molto alti. Questi elementi mi hanno dato la spinta a pensare qualcosa di innovativo che possa dare una possibilità di indagine medica a tutti".

"E' così che ho creduto di unire lo sport e la salute. Un binomio infallibile. Lo sport come prevenzione, cura e riabilitazione per molteplici patologie, la prevenzione con un esame finalizzato alla diagnosi precoce e prevenzione in senso stretto delle malattie. Così ho pensato l'evento e, in condivisione con i miei amici testimonial Paolo Bonolis, Fiorello e Maria De Filippi, si è concretizzata l'idea di un'area sanitaria accanto ai campi da tennis, di modo che i pazienti potessero sottoporsi a check up in maniera agile e leggera. Troppo spesso - riflette Meneschincheri - l'idea di un check up provoca apprensione al pensiero del risultato".

La prima edizione è nata in un mese, "sotto a una tenda abbiamo allestito quattro postazioni ecografiche, con oltre 300 check up. Nel tempo siamo cresciuti: al quarto anno la struttura era molto estesa e siamo arrivati a oltre 10 mila check up effettuati. La prevenzione è un tesoro inestimabile: non contiamo poi gli effetti sul sistema sanitario nazionale. Lo scorso anno, pensate, abbiamo avuto un pubblico di oltre 15 mila persone accolte da un lato dai nostri preziosi testimonial, dall’altro da professionalità mediche". Il Coni, il Comune di Roma, la Polizia di Stato, la Regione Lazio, la Federazione Italiana Tennis, come anche Zetema Società e Cultura sostengono l'evento.

E quest'anno la novità sono "le tre 'S': sport, salute e solidarietà. Tennis & Friends, infatti, uscirà dai campi del Foro Italico per continuare nelle case di chi ha bisogno di sostegno medico: come ad esempio i piccoli pazienti del So.Spe di Suor Paola e dell'Unitalsi. Altra novità di quest'anno - racconta Meneschincheri - è la presenza di un'area dedicata ai bambini all'interno del campus sanitario. In quest'area offriremo della frutta di tutti i gusti come guida di una corretta e sana alimentazione e ci saranno occasioni ludiche".

"Tennis & Friends è un 'percorso della salute', un vero e proprio iter di indagine. Oltre alla prevenzione rivolta al tumore della tiroide, si presterà particolare attenzione alle malattie metaboliche con la possibilità di sottoporsi ad esami che indagano i livelli di glicemia e colesterolo. Ci sarà la possibilità di effettuare una spirometria per approfondire eventuali malattie da tabagismo e fumo", prosegue Meneschincheri .

Nel tempo sono state esaminate e sottoposte ad esami di prevenzione molte persone. "Lo scorso anno - racconta - una ragazza di 20 anni si è trovata per caso a passeggiare per il Foro Italico ed ha deciso di approfittare dell'opportunità di Tennis & Friends. Le è stato diagnosticato un carcinoma della tiroide; ha intrapreso insieme a noi un percorso di cura e oggi sta bene. Queste sono le sfide che si vincono sul campo. L'8% dei pazienti che si avvicina alla prevenzione attraverso Tennis & Friends intraprende poi un percorso di guarigione. La malattia tiroidea è spesso asintomatica fino allo stato più avanzato del problema. La prevenzione è vita".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza