cerca CERCA
Martedì 03 Agosto 2021
Aggiornato: 11:29
Temi caldi

Shahr-i Sokhta, la Pompei d'Oriente

03 marzo 2021 | 14.05
LETTURA: 1 minuti

 Shahr-i Sokhta, eldorado archeologico che sorge nella provincia dell’Iran orientale Sistan-va-Baluchistan iscritto nella lista World Heritage dell’UNESCO è considerato la “Pompei d’Oriente”. Il sito  è  oggetto dal 2016 di interventi di ricerca e scavo da parte di una Missione internazionale cui partecipa il  Dipartimento di Beni Culturali  dell’ Università del Salento  con le attività dei Laboratori di  “Topografia antica e fotogrammetria” ,  “Antropologia fisica” ,  “Paleobotanica e paleoecologia”  e  “Archeozoologia” .  “Scavi e ricerche a Shahr-i Sokhta”  (Studies and publications Institute, Pishin Pajouh, Tehran) è curato dal Direttore del progetto MAIPS  Enrico Ascalone  dell’Università di Göttingen e da  Seyyed Mansur Seyyed Sajjadi  dell’Iranian Center for Archaeological Research, direttore del progetto archeologico di Shahr-i Sokhta e Dahan-ye Qolaman dal 1997.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza