cerca CERCA
Mercoledì 03 Marzo 2021
Aggiornato: 16:49
Temi caldi

Giorno della Memoria

Shoah, il ricordo di Michelangelo Onigi: sopravvissuto a Buchenwald

27 gennaio 2021 | 11.17
LETTURA: 1 minuti

La testimonianza del neo-centenario poliziotto in pensione: "Io prigioniero dei tedeschi lavoravo ai fossi anti-carro"

''Sono stato portato via dai tedeschi, sono stato fatto prigioniero, portato in aereo a Pireo e poi in Germania a Buchenwald, ci portarono a lavorare in campagna a fare i fossi anti carro per rallentare la corsa dei carroarmati russi che intanto avanzavano. Da lì ai confini con la Polonia e su un carro c'era un bambino che piangeva, i genitori erano morti, lo presi in braccio e lui smise di piangere. Non lo dimenticherò mai. Ricordo che le Ss impiccarono tre ragazzi di 14 anni che si erano rifiutati di andare in guerra. Anche questo non riuscirò mai a dimenticarlo''. Sono alcuni dei tanti tragici ricordi di Michelangelo Onigi, nato il 16 gennaio 1921 e partito all'età di 19 anni per il fronte greco in fanteria come soldato semplice.

Durante la guerra è stato fatto prigioniero ed è stato deportato in Germania nei campi di lavoro e addirittura nel campo di concentramento di Buchenwald. Terminata la guerra è rientrato in Italia e nel 1946 si è arruolato nel corpo delle guardie di pubblica sicurezza. Come prima sede è stato inviato al confine con l'Austria e poi è stato trasferito in altri comandi finché non è arrivato ad Orvieto dove si è stabilito definitivamente con la propria famiglia.

Qui ha prestato servizio al Commissariato di Pubblica Sicurezza, dove è rimasto fino al 1979, anno in cui è andato in pensione. Purtroppo tutti i colleghi che lavoravano in Commissariato con lui sono morti, quindi è l'unico superstite di quel periodo. Nel 2014, in occasione della festa della Repubblica, presso la prefettura di Terni ha ricevuto il riconoscimento della medaglia d'onore conferita ad alcuni ex deportati nei campi nazisti. Oggi vive ad Orvieto.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza