cerca CERCA
Mercoledì 26 Gennaio 2022
Aggiornato: 15:07
Temi caldi

Tv

Show Grillo sulla Rai, parla l'autore

28 gennaio 2019 | 12.49
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Beppe Grillo (FOTOGRAMMA/IPA)

di Antonella Nesi
"Ci sono spezzoni dei suoi spettacoli dai suoi esordi in Rai fino al 2007. Non c'è il Grillo politico. C'è il Grillo televisivo. Sembra la biografia di Pippo Baudo, non è mica una cosa tipo il giovane Hitler. Non è un ritratto agiografico. È un montaggio alla 'Schegge', alla 'Techetechetè'. Per me è storia della tv, non politica". Lo sottolinea all'AdnKronos l'autore di 'C'è Grillo', Marco Giusti, che firma il programma con Luca Rea, Stefano Raffaele e Roberto Torelli.

Sulla vicenda, inoltre, il direttore di Rai2 Carlo Freccero - parlando di "un normalissimo atto di acquisizione di diritti" - chiarisce con l'AdnKronos: "Semplicemente, per fare questo programma, abbiamo dovuto acquistare i diritti degli spettacoli che lui ha fatto dopo l'ultima cacciata dalla Rai. Sono pochi spezzoni per un costo appunto di circa 30.000 euro. Non vedo davvero lo scandalo".

FRECCERO - "Vi assicuro - aggiunge Freccero - che il programma di Grillo è costato davvero poco, perché i diritti dei suoi programmi Rai sono della Rai. E quindi non abbiamo dovuto acquistare molto materiale. L'analogo programma su Benigni, che ha acquistato, da un certo anno in poi, tutti i diritti dei suoi show in Rai (lasciando alla Rai il diritto del solo passaggio in diretta), costerà giustamente molto di più. E pure lì, dov'è lo scandalo?".

"Io il programma di montaggio su Grillo, così come quello su Celentano e su Benigni, l'ho pensato perché non ho programmi pronti da trasmettere. E devo salvare la rete. E l'ho messo di lunedì per controprogrammare Celentano. Mi aspetto il 5-6% - conclude -. Sono filmati che hanno già visto tutti. Spesso disponibili anche su YouTube. La polemica mi pare esagerata".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza