cerca CERCA
Martedì 19 Ottobre 2021
Aggiornato: 18:37
Temi caldi

Sicilia: Istat, boom organizzazioni no profit, in 10 anni +19%

16 giugno 2014 | 16.49
LETTURA: 2 minuti

Attive quasi 20mila, operano 42mila addetti.

alternate text

Cresce a due cifre nell’ultimo decennio il no profit in Sicilia. Al 31 dicembre del 2011, infatti, le organizzazioni attive nell’Isola sono 19.846 (+19,3% rispetto al 2001, anno dell’ultima rilevazione censuaria del settore). Nelle oltre 22mila unità locali insediate nel territorio regionale operano circa 42mila addetti, 15mila lavoratori esterni e 235mila volontari. Rispetto al 2001, il personale dipendente cresce del 21%.

E’ quanto emerge dal nono Censimento generale dell’industria e dei servizi, presentato oggi in una sintesi regionale durante un convegno organizzato da Istat e Unioncamere ad Agrigento. Il settore di attività di gran lunga prevalente è quello della Cultura, sport e ricreazione, nel quale si concentrano oltre 12mila istituzioni, pari al 61,7% del totale. I dipendenti,invece, sono impegnati per il 79% in altri tre settori: Assistenza sociale e protezione civile, Istruzione e ricerca e Sanità.

La forma giuridica più diffusa nel non profit, in linea con il resto del Paese, ma con una maggiore dinamica espansiva, è quella dell’associazione non riconosciuta (67,8% delle istituzioni). Rispetto al 2001, le fondazioni e le cooperative sociali presentano gli incrementi maggiori nel numero di istituzioni (rispettivamente 86,4% e 45,9%). Il ruolo del volontariato è un elemento cardine del non profit siciliano, in particolare nel settore della Cultura, sport e ricreazione, dove si concentra il 56% circa del volontariato della regione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza