cerca CERCA
Lunedì 18 Gennaio 2021
Aggiornato: 01:49

Sicurezza, De Falco attacca: "Morti in mare come deterrente"

05 agosto 2019 | 12.55
LETTURA: 1 minuti

Il senatore ex M5S, ora al Gruppo Misto: "Si arriva solo alla criminalizzazione delle condotte necessarie e dovute dei comandanti delle navi"

alternate text
(Fotogramma)
Roma, 5 ago. (AdnKronos)

"Vogliono creare un deterrente reale agli sbarchi: la morte delle persone". Così il senatore Gregorio De Falco, del gruppo Misto, attacca il decreto sicurezza bis, parlando in Aula, al Senato. "In tema di immigrazione si arriva solo alla criminalizzazione delle condotte necessarie e dovute dei comandanti delle navi", aggiunge De Falco: "Rischiano il reato di omissione di soccorso, ma anche la sanzione amministrativa". "Intanto ci sono centinaia di morti nel Mediterraneo", accusa De Falco.


Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza