cerca CERCA
Venerdì 03 Febbraio 2023
Aggiornato: 20:16
Temi caldi

Sicurezza nella realtà virtuale, Meta lancia strumenti di parental control

16 marzo 2022 | 20.10
LETTURA: 2 minuti

Maggior controllo da parte dei genitori per il tempo speso dai figli nel metaverso

alternate text

In vista dell'espansione del suo concetto di metaverso, Meta continua a definire i confini della sicurezza nel mondo virtuale. La società di Mark Zuckerberg ha annunciato gli strumenti di parental supervision in VR, che inizieranno a essere distribuiti a tutti i visori Quest nei prossimi mesi. I controlli a livello di piattaforma per genitori e adolescenti dai 13 anni in su sono stati messi a punto con gli esperti del settore Larry Magid di Connect Safely, il Dr. Michael Rich di Digital Wellness Lab, Janice Richardson di Insight SA e Jutta Kroll di Stiftung Digitale Chancen. A partire da aprile verrà introdotta la possibilità di utilizzare il modello di sblocco per app specifiche direttamente dalla VR. Una volta che una data app è bloccata, sarà necessario disegnare il modello di sblocco per sbloccarla e lanciarla. Questo permetterà ai genitori di impedire agli adolescenti dai 13 anni in su di accedere a giochi ed esperienze che ritengono non adatti alla loro età.

Successivamente, a maggio 2022, Meta inizierà a bloccare automaticamente gli adolescenti 13+ dal download o dall'acquisto di app inappropriate per l'età classificate IARC nel Quest Store, nonché a lanciare la suite iniziale di strumenti di supervisione dei genitori, che includerà la possibilità per gli adulti di annullare tali blocchi caso per caso. La suite comprende una Parent Dashboard accessibile dall'app mobile Oculus, permetterà ai genitori di collegarsi all'account del loro figlio. Il processo è avviato dal ragazzo, e sia lui che il genitore devono essere d'accordo. Il genitore sarà in grado di visualizzare il tempo di schermo del visore dall'app mobile Oculus, in modo da sapere quanto tempo il ragazzo trascorre in VR. Meta ha anche introdotto oggi il Family Center, un nuovo posto per genitori e tutori per accedere agli strumenti di supervisione di Instagram e alle risorse dei maggiori esperti.

"Abbiamo la responsabilità di aiutare a mantenere le persone al sicuro sulle nostre piattaforme", dichiara Meta in una nota ufficiale. "Dai giochi single-player e le app alle esperienze social in cui le norme comportamentali sono ancora in fase di definizione, la VR presenta vantaggi unici così come sfide uniche. La VR è ancora un mezzo relativamente nuovo per molti. E per genitori, tutori e adulti responsabili con adolescenti dai 13 anni in su nella loro vita, può essere difficile sapere da dove iniziare. Fornire esperienze sicure e adatte all'età dei ragazzi e allo stesso tempo permettere loro di esplorare la VR è un atto di equilibrio. Vogliamo aiutare i genitori, i tutori e gli adolescenti a navigare meglio in VR fornendo supporto ed educazione sugli strumenti che sono disponibili oggi e su quelli che arriveranno in futuro".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza