cerca CERCA
Martedì 19 Ottobre 2021
Aggiornato: 02:33
Temi caldi

Sicurezza: uffici postali, in Toscana un nuovo patto contro le rapine

05 febbraio 2014 | 14.44
LETTURA: 2 minuti

Uffici postali ancora più sicuri. A questo mira il protocollo d'intesa firmato oggi a Palazzo Medici Riccardi tra i dieci prefetti della Toscana e Poste Italiane S.p.A., rappresentata dal responsabile nazionale della tutela aziendale Stefano Grassi. L'accordo, che segue quello siglato nel 2009, prevede una serie di misure per proteggere sempre meglio clienti, dipendenti e l'operatività stessa delle dipendenze postali.

''Rinnoviamo il protocollo perche' ha funzionato - ha detto il prefetto di Firenze Luigi Varratta - Lo confermano i dati sul trend del fenomeno.'' Le rapine negli uffici postali, infatti, sono diminuite l'anno scorso in tutta la Toscana (passando dalle 37 del 2012 alle 27 del 2013): si è registrato un incremento solo in provincia di Firenze, dove le rapine sono aumentate da 3 a 8 nello stesso arco di tempo. ''Per questo intendiamo mantenere alta l'attenzione, continuando a lavorare gomito a gomito - ha aggiunto Varratta - attraverso impegni reciproci che rinsaldano l'ottima sinergia già in atto''.

Due le linee portanti su cui poggia il protocollo: da una parte i meccanismi di difesa passiva a protezione delle agenzie postali, che dovranno essere potenziati rispetto a quelli già in uso, dall'altro la collaborazione con le forze dell'ordine. Sul primo punto la novità principale sta nel fatto che più gli uffici postali sono esposti a rischio (secondo l'ubicazione, l'orario di apertura, il bacino di utenza e la quantità di valori custoditi), più dovranno dotarsi di congegni antirapina. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza