cerca CERCA
Lunedì 04 Luglio 2022
Aggiornato: 10:17
Temi caldi

Contratti: siglato rinnovo addetti lavorazione foglia tabacco

17 luglio 2014 | 17.44
LETTURA: 3 minuti

Aumento 85 euro a regime per 4° livello.

alternate text

I sindacati Fai-Flai-Uila e Apti hanno siglato questa mattina il rinnovo del contratto nazionale di lavoro dei dipendenti delle aziende di lavorazione della foglia di tabacco secco allo stato sciolto, per il triennio 2014-16. L'incremento salariale mensile per un lavoratore al 4° livello è di 85 euro a regime, suddivisi in tre tranche da 28,30 euro che saranno corrisposti dal 1° agosto, 1° luglio 2015 e 1° luglio 2016. A queste cifre va aggiunta una 'una tantum' di 120 euro che soddisfa il periodo di vacanza contrattuale 1° gennaio-31 luglio 2014. Complessivamente l'incremento salariale è pari al 6,1%. Sempre dal punto di vista economico, è stata innalzata l'indennità giornaliera sostitutiva mensa a 0,40 euro.

La parte normativa, già di buon livello, è stata rivista e aggiornata alle leggi vigenti, soprattutto riguardo alla tutela della salute, del tempo determinato e dell'apprendistato. Inoltre, è stato innalzato a due giornate il permesso per il padre lavoratore in occasione della nascita del figlio. Cosi come è stata innalzata da 8 a 10 anni l'età massima dei figli per i quali, in caso di loro malattia, i genitori hanno diritto a un periodo di astensione dal lavoro per assisterli.

"Un ottimo risultato che evidenzia il grande senso di responsabilità delle parti che hanno saputo offrire prospettive per il futuro al comparto e certezze economiche ai lavoratori, in un momento di grande difficoltà per il settore, colpito da un'avversa politica nazionale ed europea", commenta Pietro Pellegrini, segretario nazionale della Uila-Uil. Soddisfatta anche la Flai Cgil: “Il settore - dichiarano Ettore Ronconi e Roberto Iovino della, Flai Cgil nazionale - è stato fortemente colpito dalle recenti novità introdotte in sede di programmazione europea relativamente alla Pac, oltre che da una politica nazionale avversa alla filiera del tabacco. Alla luce di tale scenario e della crisi più generale che coinvolge tutti i settori, questo rinnovo rappresenta un passo importante per la difesa produttiva dell’intera filiera, per la tutela del potere d’acquisto dei salari e la tutela dei posti di lavoro”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza