cerca CERCA
Giovedì 09 Dicembre 2021
Aggiornato: 19:22
Temi caldi

Silvia Romano, Salvini: "Spot a infami terroristi, serviva profilo più basso"

11 maggio 2020 | 09.32
LETTURA: 2 minuti

Per il leader della Lega qualche domanda" sulla sua vicenda "deve avere una risposta"

alternate text
(Fotogramma)

"Ieri era la festa della mamma, quindi era la giornata della gioia, per quella mamma, per il papà, per la famiglia, per gli amici, della ragazza liberata. Quando si libera dopo diciotto mesi di prigionia una ragazza di 24 anni è il momento della festa. Poi sentivo i vostri ascoltatori, leggevo i giornali e, certo, qualche domanda deve avere una risposta... Ho letto che Silvia si è convertita all’Islam, ma ricordo sotto voce che nel Paese in cui è stata rapita, il Kenya, a proposito di diritti umani, l’Islam è fuori legge ed è punito con la prigione. In quel paese le donne valgono molto meno dell’uomo perché l’uomo può sposare quante donne vuole e la donna no, visto che c’è la poligamia per legge". Lo ha detto Matteo Salvini a 'Rtl102.5', parlando della liberazione di Silvia Romano.

"Inoltre - ha spiegato Salvini- i soldi che sarebbero stati pagati per il riscatto sarebbero stati incassati da questa associazione terroristica Al-Shabaab che con attentati ed autobombe ha ucciso migliaia di persone. Quindi, il giorno della festa è il giorno della festa e salvare una vita è fondamentale, ma se mi chiede come mi sarei comportato al governo io, probabilmente, avrei tenuto un atteggiamento da parte delle istituzioni più sobrio, un profilo più basso".

"Mettetevi nei panni di quei terroristi maledetti che hanno rapito una splendida ragazza: l'hanno vista scendere con un velo islamico, ha detto di essere stata trattata bene e che si è convertita all'Islam, in più ha preso dei soldi. Penso che un ritorno più sobrio e riservato avrebbe evitato pubblicità gratuita a livello mondiale a questi infami, che nel nome della loro religione hanno ammazzato tante persone''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza