cerca CERCA
Mercoledì 30 Novembre 2022
Aggiornato: 08:08
Temi caldi

Calcio: Simeone, giocare una finale è fantastico, vincerla è super

27 maggio 2016 | 17.07
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Il tecnico dell'Atletico Madrid Diego Simeone (Foto Afp) - AFP

"Giocare una finale è una cosa fantastica, vincerla è super", parola del 'Cholo' Simeone. Il tecnico dell'Atletico Madrid è pronto a sfidare domani sera nella finale di Champions i cugini del Real Madrid. "Non c'è altra cosa che mi rende felice che vincere", ha proseguito il tecnico argentino che ha elogiato la qualità della sua squadra di reinventarsi ogni anno ed ha fatto appello "all'illusione" e alla "passione" rojiblanca per la finale di domani che sarà una ripetizione di quella giocata nel 2014, quando il Real Madrid riuscì ad avere la meglio sull'Atletico per 4-1 ai tempi supplementari.

"Il meglio che ha avuto questo gruppo è insistere, prepararsi ancora una volta, alzarsi, tornare al lavoro, reinventarsi, cambiare giocatori, non cambiare la struttura, non cambiare il sistema, non cambiare l'impegno, non modificare l'identità", ha analizzato Simeone le chiavi del successo dell'Atletico Madrid. "Quando vai a ripetere, ripetere, ripetere, ripetere e sei insistente in quello in cui credi, tutto è possibile", ha aggiunto. "E' la cosa più preziosa di questo club". Per Simeone, la chiave di questo Atletico, che giocherà la seconda finale di Champions League in tre stagioni, è "allenarsi con lo stesso entusiasmo, passione e competenza dal primo giorno". "Come tutto nella vita, chi insiste ha l'opportunità nel lungo periodo".

Secondo Diego Simeone l'Atletico è attualmente una delle migliori squadre del mondo. "Ci sono molto poche squadre migliori dell'Atletico. Credo che dopo il Real Madrid, il Bayern Monaco e il Barcellona ci siamo certamente noi", ha detto l'allenatore argentino, la cui squadra ha eliminato nei quarti di finale il Barcellona e in semifinale il Bayern Monaco di Pep Guardiola. Ma ha avvertito tutti: "Dopo aver vinto contro due delle migliori squadre del mondo non ti dà la sicurezza di nulla".

Alla domanda circa la pressione che sarà sull'Atletico nella finale di domani, dopo aver perso la finale del 2014, Simeone ha risposto: "Mi piace avere 113 anni di storia alle spalle, mi piace, mi piace". L'argentino spera che il duello sia alla pari ed ha esaltato la figura di Casemiro nello schema di gioco del Real Madrid. Il centrocampista brasiliano è, secondo Simeone, "l'uomo più importante per l'equilibrio" della squadra blanca. "Penso che le squadre all'inizio saranno molto tese e il gioco equilibrato e la presenza di Casemiro rende più pericoloso il Real Madrid". Simeone ha lodato poi lo stadio di Milano. "Si tratta di uno degli stadi più belli del mondo. L'ambiente si respira è di puro calcio".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza