cerca CERCA
Mercoledì 22 Settembre 2021
Aggiornato: 11:20
Temi caldi

Sindacati, "green pass lavoro sarà obbligatorio"

15 settembre 2021 | 19.25
LETTURA: 3 minuti

Dopo l'incontro con Draghi ribadita la linea del governo per pubblico e privato. Landini chiede obbligo vaccinale. Bombardieri: "Tamponi siano gratuiti per tutti"

alternate text
Foto Fotogramma

Obbligo per legge della vaccinazione anti covid e nel caso di green pass obbligatorio nei luoghi di lavoro tamponi gratis per i lavoratori. E' il leader Cgil, Maurizio Landini, ad aver ribadito così al premier Mario Draghi, come spiega al termine della due ore di incontro a palazzo Chigi, la posizione del sindacato di Corso Italia. "Noi pensiamo che la strada migliore sia quella di arrivare ad un provvedimento legislativo di obbligo vaccinale, così come prevede la Costituzione e così come prevede la situazione sanitaria che abbiamo, perché non siamo ancora fuori dalla pandemia", spiega.

Una scelta, quella dell'obbligatorietà dei vaccini, che per ora Draghi, come riferisce ancora Landini, "non la prevede anche se non la esclude". In caso di estensione del Green Pass invece , la Cgil ribadisce la richiesta di tamponi gratuiti. "Siccome è reso obbligatorio per tutti i luoghi di lavoro, pubblici e privati, e siccome per avere il green pass si prevede anche il tampone noi abbiamo ribadito che le persone non devono pagare per andare a lavorare. Perché qui stiamo parlando del green pass per lavorare non per andare al ristorante o andare al cinema o allo stadio". Chi lavora, dunque, "non deve essere messo in condizione di dover pagare il tampone", conclude.

Bombardieri: "Tamponi siano gratuiti per tutti"

"Non siamo disponibili a far pagare ai lavoratori i costi della sicurezza sul lavoro. Se c’è una situazione di emergenza il governo se ne ha la capacità, la coalizione e la politica che lo sostiene, assumano una decisione in tal senso. I tamponi devono essere gratuiti per i lavoratori. Ci dicono che i tamponi sono calmierati ma oggi prima di entrare qui ho fatto un tampone in farmacia e l’ho pagato 22 euro. E qualcuno mi dovrebbe spiegare perché avendo il green pass devo fare il tampone". Così il leader Uil, Pierpaolo Bombardieri al termine dell'incontro a Palazzo Chigi con il premier Mario Draghi che ha informato i sindacati "che il governo intende assumere con decreto una decisione per rendere obbligatorio il green passa sui posti di lavoro pubblici e privati". Una decisione a fronte della quale la Ull ha ribadito come "continuiamo a chiedere la gratuità dei tamponi perché per quello che ci riguarda il tema dell’utilizzo dei tamponi nei posti di lavoro riguarda la sicurezza sul lavoro".

Cisl: "Con green pass stop ambiguità, ma tamponi siano gratis"

"Io credo che il la decisione del governo sul Green pass in tutti luoghi di lavoro pubblici e privati sia una cosa positiva perché mette fine alla ambiguità di questi mesi in cui si è rischiato di dividere i lavoratori". Così Angelo Colombini, segretario confederale Cisl al termine dell'incontro con il premier Mario Draghi. "Restano invece le distanze anche sui tamponi di cui chiediamo la gratuità ", prosegue anche se per il sindacato sul dossier potrebbero entrare in campo gli enti bilaterali. Ma il confronto con il governo, conclude deve essere rilanciato " non solo sui temi della sanità o delle vaccinazioni, che sono dei punti di riferimento molto importanti, ma anche sugli investimenti del Paese e sull’economia che sta riprendendo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza