cerca CERCA
Mercoledì 07 Dicembre 2022
Aggiornato: 11:51
Temi caldi

Siria, attivista da Yarmuk:"Jihadisti Is respinti dal campo profughi"

02 aprile 2015 | 11.33
LETTURA: 2 minuti

Lo afferma ad Aki - Adnkronos International Ali al-Wali, che si trova all'interno del campo. Stop all'avanzata dello Stato Islamico nel campo alle porte di Damasco. Anp: "Molto preoccupati per il campo profughi di Yarmuk, con Is temiamo il peggio"

alternate text
(Infophoto)

I combattenti del sedicente Stato Islamico sono stati respinti dalle zone dove erano riusciti a penetrare mercoledì all'interno del campo profughi palestinesi di Yarmuk, alla periferia di Damasco. Lo afferma ad Aki - Adnkronos International Ali al-Wali, attivista che si trova all'interno del campo.

"I rivoluzionari hanno affrontato" i combattenti dell'Is "e li hanno costretti a indietreggiare, a uscire" dal campo di Yarmuk, sostiene al-Wali, dopo voci circolate in tal senso.

Si tratta comunque di notizie che non è possibile verificare in modo indipendente. Secondo al-Wali, "un gruppo molto esiguo di combattenti dell'Is" mercoledì è "uscito dai villaggi di Yalda e Babila", a sud di Damasco, ed è stato "accerchiato dai rivoluzionari nella zona di Hajar al-Asawad".

Dopo trattative, "i combattenti dell'Is hanno deciso improvvisamente di tentare di entrare nel campo ma i rivoluzionari li hanno affrontati e li hanno costretti a indietreggiare, a uscire" dal campo.

Sempre mercoledì l'Osservatorio siriano per i diritti umani, ong con sede in Gran Bretagna e legata agli attivisti delle opposizioni, assieme a fonti palestinesi avevano dato notizia della presa da parte di combattenti del sedicente Stato Islamico di alcune zone nella parte meridionale e sudoccidentale del campo profughi, dove ancora vivono in condizioni terribili circa 18mila persone. Preoccupazione per gli ultimi sviluppi è arrivata dall'Autorità nazionale palestinese (Anp).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza