cerca CERCA
Martedì 25 Gennaio 2022
Aggiornato: 19:28
Temi caldi

Siria: attivisti, 850 detenuti morti in carcere nel 2014

14 maggio 2014 | 13.45
LETTURA: 2 minuti

(Aki) - Sono circa 850 i detenuti morti in carcere in Siria nel 2014, molti dei quali per esecuzioni sommarie o torturati fino al decesso. Lo denuncia l'Osservatorio siriano per i diritti umani. ''Dall'inizio dell'anno fino al 13 maggio, 847 prigionieri, tra cui 15 di eta' inferiore ai 18 anni e sei donne, sono morti in carceri e in basi dell'esercito'', si legge in un comunicato diffuso dagli attivisti. ''Le famiglie e i parenti sono stati informati delle morti'', aggiunge il testo. ''Tutte queste persone hanno perso la vita a causa di torture, esecuzioni sommarie, maltrattanenti, scarse condizioni di detenzione tra cui la privazione di cibo, e perché non sono riuscite a ottenere le medicine di cui hanno bisogno'', prosegue il comunicato.

Secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani, comunque, il numero delle persone morte nelle carceri del regime siriano è presumibilmente molto piu' alto per la difficolta' nell'accertare le vittime. Sono 18mila, ad esempio, le persone scomparse tra quelle detenute. ''Il numero delle vittime aumenta perché non si adottano misure deterrenti nei confronti del regime - ha detto il direttore dell'Osservatorio Rami Abdel Rahman - Quando i criminali sanno che non sono punibili, continuano a commettere reati''.

Secondo dati delle Nazioni Unite sono oltre 150mila le persone che hanno perso la vita a causa del conflitto scoppiato in Siria nel marzo del 2011, mentre circa la meta' della popolazione è sfollata.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza