cerca CERCA
Mercoledì 19 Gennaio 2022
Aggiornato: 09:34
Temi caldi

Siria: Hrw, donne discriminate e torturate da ribelli e governo

03 luglio 2014 | 19.27
LETTURA: 2 minuti

alternate text

(Aki) - Le donne sono discrimate, vittime di arresti arbitrari, torture e molestie sessuali da parte del governo di Damasco e delle forze ribelli in Siria. Lo denuncia Human Rights Watch che chiede alla comunita' internazionale di intervenire per consegnare alla giustizia ''i responsabili di questi abusi. Le donne non sono state risparmiate di alcuno degli aspetti brutali del conflitto siriano, ma non sono solo vittime passive''. Il direttore di Hrw per i diritti delle donne Liesl Gerntholtz ha denunciato che le ''donne sono state arrestate in modo arbitrario, abusate fisicamente, molestate e torturate durante il conflitto siriano sia da parte delle forze di governo e dalle milizie pro governative, sia dai gruppi armati che si oppongono al governo''.

''Molte donne hanno raccontato a Human Rights Watch che le forze di governo e gruppi armati le hanno molestate, minacciate o arrestate per il loro attivismo pacifico, tra cui l'organizzazione o la partecipazione a manifestazioni non violente o perché fornivano assistenza umanitaria ai siriani bisognosi'', si legge nel rapporto.

Anche i gruppi ribelli hanno commesso abusi contro le donne, anche con ''politiche discriminatorie rispetto alle donne e alle ragazze, comprese limitazioni alla libertà di movimento o di vestiario''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza