cerca CERCA
Giovedì 07 Luglio 2022
Aggiornato: 21:24
Temi caldi

Siria: il regime pensa al turismo, a Homs prevede 'stagione promettente'

05 maggio 2014 | 17.36
LETTURA: 2 minuti

(Aki) - A piu' di tre anni dall'inizio delle violenze e del conflitto in Siria, con un bilancio di almeno 150mila morti, il regime di Bashar al-Assad parla di prospettive ''promettenti'' per la ''stagione turistica'' nella provincia di Homs, nella Siria centrale. Nonostante la stessa Homs sia una citta' devastata dal conflitto, il ministro siriano del Turismo, Bisher Yazigi, e' convinto che alle porte ci sia una ''stagione turistica promettente''. E nell'operazione di 'propaganda turistica' del regime di Damasco e' in prima linea anche il governatore di Homs, Talal Barazi.

In dichiarazioni riportate dall'agenzia di stampa ufficiale siriana Sana, Yazigi e' andato anche oltre le previsioni. Il ministro ha annunciato una serie di non meglio precisati ''progetti'' pianificati per l'estate ''per promuovere il turismo'' e ha persino sottolineato l'importanza di creare un ''centro di formazione per guide turistiche''.

Le dichiarazioni sono arrivate dopo le visite degli ultimi giorni del ministro, come scrive la Sana, al castello crociato del Krak dei Cavalieri, fortezza a meta' strada tra Aleppo e Damasco che oggi porta le ferite dei colpi di artiglieria e degli attacchi aerei, nella Wadi al-Nasara (il nome arabo della Valle dei Cristiani) e nella citta' di Tadmur (Palmira), Patrimonio dell'umanita'. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza