cerca CERCA
Martedì 24 Maggio 2022
Aggiornato: 23:40
Temi caldi

Siria: madre Sotloff aveva chiesto rilascio figlio a al Baghdadi

02 settembre 2014 | 20.18
LETTURA: 2 minuti

In un video trasmesso lo scorso 27 agosto da Al Arabiya, Shirley Sotloff, madre del giornalista americano decapitato oggi dallo Stato Islamico, aveva rivolto un appello a Abu Bakr al Baghdadi, leader dell'Is, chiedendo il rilascio del figlio. Nel video con cui lo Stato Islamico aveva mostrato al mondo la decapitazione del giornalista americano James Foley, l'Is aveva mostrato anche Steven Sotloff, minacciando di ucciderlo se Barack Obama non avesse fermato la sua operazione militare in Iraq.

"Steven è un giornalista innocente", aveva detto la madre nel suo appello affermando che il figlio non poteva essere considerato responsabile per le azioni del governo degli Stati Uniti che non poteva controllare. "Ha viaggiato molto nel Medio Oriente per parlare delle sofferenze dei musulmani sotto il gioco dei tiranni, è un uomo generoso che ha sempre cercato di aiutare i più deboli", aveva aggiunto la donna.

E poi rivolgendosi direttamente all'autoproclamato califfo al Baghdadi la donna aveva concluso: "la prego di liberare mio figlio". Sotloff, che aveva 31 anni, era scomparso mentre lavorava in Siria nell'agosto del 2013.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza