cerca CERCA
Domenica 26 Settembre 2021
Aggiornato: 09:38
Temi caldi

Siria, nuovo orrore Is: due uomini decapitati e crocifissi

19 agosto 2016 | 08.40
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Afp)

I miliziani del sedicente Stato Islamico (Is) hanno decapitato e crocifisso due uomini di una stessa famiglia di al-Mayadin, nella Siria settentrionale, con l'accusa di essere dei ''ladri''. Lo denunciano gli attivisti dell'Osservatorio siriano per i diritti umani. Secondo l'accusa formulata dai jihadisti, i due ''avevano fatto finta di essere uomini della sicurezza dello Stato Islamico, erano entrati in case di ricchi e avevano rubato''. Per questo ''M. A. J.'' e ''M. S. J.'' sono stati giustiziati nella zona di Tayba ad al-Mayadin nella provincia settentrionale di Deir Ezzor.

La decapitazione è avvenuta in piazza alla presenza di decine di persone, compresi bambini. I corpi dei due uomini sono stati poi crocifissi, con le teste poste ai loro piedi. E' stato quindi appeso un cartello con i loro nomi e l'accusa: "Furto di denaro dei musulmani usando il nome dello Stato Islamico. La condanna: decapitazione con la spada, esposizione al pubblico per sei ore e riconsegna di tutto il denaro rubato''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza