cerca CERCA
Martedì 04 Ottobre 2022
Aggiornato: 23:57
Temi caldi

Siria: opposizione a Brahimi, faccia pressioni su Mosca per cambio posizione

01 aprile 2014 | 14.21
LETTURA: 2 minuti

(Aki) - L'opposizione siriana ha chiesto all'inviato delle Nazioni Unite e della Lega Araba Lakhdar Brahimi di esercitare pressioni sulla Russia affinche' cambi posizione rispetto alla crisi in corso in Siria. Dipende infatti dal ruolo di Mosca, ha spiegato il portavoce della Coalizione nazionale siriana Louay Safi, la partecipazione dell'opposizone a eventuali colloqui che potrebbero svolgersi nuovamente a Ginevra per un terzo round. Nel dettaglio la coalizione ha chiesto al diplomatico algerino di tentare di convicere il vice Segretario di Stato Usa Wendy Sherman a fare pressioni sul vice ministro degli Esteri russo Mikhail Bogdanov perche' Mosca cambi posizione rispetto alla Siria. ''A quel punto possiamo considerare di riprendere i negoziati con il regime di Assad'', ha detto Safi.

Le considerazioni del portavoce dell'opposizione arrivano in vista di un possibile vertice trilaterale tra Brahimi, Sherman e Bogdanov a Ginevra il 10 aprile per discutere le prospettive di una 'Ginevra 3', ultimo tentativo per trovare una soluzione diplomatica alla crisi siriana. ''La Russia deve cambiare la sua posizione e contribuire a mettere fine alle sofferenze del popolo siriano, aiutarlo a raggiungere i suoi obiettivi di liberta' e dignita''', si legge in un comunicato diffuso dalla coalizione che rappresenta vari gruppi di opposizione al regime di Bashar al-Assad. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza