cerca CERCA
Sabato 18 Settembre 2021
Aggiornato: 07:07
Temi caldi

Siria, Washington: "Anche senza raid, Italia contribuisce a lotta anti Is"

30 novembre 2015 | 15.49
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Infophoto) - INFOPHOTO

Pur senza prendere parte ai bombardamenti contro lo Stato Islamico in Siria, "l'Italia sta contribuendo" allo sforzo anti Is. Lo ha sottolineato l'ambasciatore Usa presso la Nato, Douglas Lute, rispondendo a una domanda dell'Adnkronos nel corso di una conferenza stampa telefonica, in vista della riunione dei ministri degli Esteri dell'Alleanza atlantica, in programma domani e mercoledì a Bruxelles.

L'Italia, ha affermato l'ambasciatore Lute, "sta partecipando in altri modi" allo sforzo internazionale contro L'Is. Il rappresentante di Washington presso l'Alleanza atlantica ha ricordato l'impegno italiano in Iraq: "L'Is è presente in Iraq e in Siria", ha detto, rilevando poi che "non tutti" i membri della coalizione internazionale contro lo Stato Islamico partecipano ai raid aerei.

Dopo i raid aerei "ci sarà bisogno di truppe di terra" per sconfiggere lo Stato Islamico in Siria, "ma non saranno truppe occidentali", ha detto Lute. La campagna aerea di bombardamenti, ha sottolineato, "non è sufficiente" ed eventualmente sarà necessario uno "sforzo sul terreno" da parte di "forze locali".

Quanto alla possibilità che di queste "forze" possano far parte truppe attualmente fedeli al regime di Bashar Al Assad, Lute ha detto di non essere a conoscenza "al momento" di piani in questo senso. Le truppe governative siriane e in generale il regime di Assad, ha aggiunto, finora "non hanno dimostrato" di concentrarsi contro l'Is, quanto piuttosto sul mantenimento del potere nell'ambito della "guerra civile" in atto.

Gli Stati Uniti "sostengono il diritto della Turchia a difendere il proprio territorio e il proprio spazio aereo", ha poi ribadito l'ambasciatore Usa presso la Nato. Lute ha rilevato che negli "ultimi giorni" si sono visti degli "sforzi" tra Ankara e Mosca per una "de-escalation" della tensione sorta dopo l'abbattimento del jet russo da parte dei caccia turchi nei cieli al confine tra Siria e Turchia. "Speriamo che il processo continui", ha concluso.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza