Cerca

Turismo: albergatori Torino, eventi sono vera ricetta per attrarre visitatori

bene notte di Pasqua, meno Pasquetta, per 25 aprile e 1 maggio occupazione stimata tra 60 e 65%

ECONOMIA

Archiviata una Pasqua ed una Pasquetta che, nonostante il maltempo, hanno fatto registrare il tutto esaurito nei musei torinesi e una presenza di turisti soddisfacente nelle strutture ricettive soprattutto tra sabato e domenica, gli albergatori torinesi guardano ora ai prossimi weekend con l'aupicio che ancora una volta gli eventi possano fare da calamita per i weekend del 25 aprile e del primo maggio quando il capoluogo piemontese, in attesa del Salone del Libro, che aprira' i battenti l'8 maggio, ospitera' la seconda edizione del Torino Jazz Festival e il concerto di Robbie Williams.


''Il maltempo, ma soprattutto le minori disponibilita' di spesa - spiega all'Adnkronos Alessandro Comoletti, presidente degli albergatori torinesi - hanno fatto registrare negli alberghi buone performance la notte prima di Pasqua, con un'occupazione complessiva tra l'80 e il 90%, mentre tra domenica e lunedi' si e' ridotta al 50,55%, a dimostrazione che se una volta ci si concedeva dalle due alle tre notti fuori casa, ora la permanza in albergo si riduce il piu' delle volte ad una soltanto''.

''Ad oggi - prosegue Comoletti - il nostro osservatorio ci dice che l'occupazione delle stanze per i prossimi due ponti e' stimata tra il 60 e il 65%, con qualche punto percentuale in piu' speriamo durante weekend del primo maggio quando il capoluogo piemontese ospitera' il concerto di Robbie Williams. Ancora una volta, infatti, sono gli eventi ad attrarre turisti. Il capoluogo piemontese, infatti, ancora non gode di quella vocazione turistica di altre citta' italiane e quindi e' necessario che ci sia una programmazione di iniziative spalmate sui diversi anni che consentano un'occupazione costante delle strutture ricettive''.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.