Cerca

Lucchini: Rossi, battaglia di Piombino di nuovo decisiva per il paese

''Continuero' la battaglia politica per questo obiettivo''

ECONOMIA

''La storica battaglia di Piombino per la libertà e la democrazia'' si e' rinnovata nella manifestazione del primo maggio, dedicata al futuro della Lucchini, a cui ha partecipato ieri il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi. Il governatore ha messo al centro del suo intervento dal palco di piazza Verdi l'obiettivo di fondo di lavoratori, sindacati e istituzioni: ''la ripresa dell'area a caldo, con il progetto di riconversione ecologica della siderurgia''.


''Ero sindaco Pontedera, ha raccontato, e Vannino Chiti, allora presidente della Regione, fece una battaglia per la Piaggio, una battaglia che vincemmo. Tanto che la Piaggio è ancora lì. Fin dall'inizio Chiti mi disse: caro sindaco, ci sono battaglie che o si vincono o si perdono, e se si perdono bisogna essere conseguenti. Vi dico oggi - ha affermato Rossi - che noi facciamo la battaglia per la riaccensione dell'area a caldo, per Piombino, per la Toscana, per l'Italia e per l'Europa. Perchè Piombino torni a produrre acciaio. Dobbiamo vincerla. Se la perdiamo la mia presidenza è a disposizione''.

''Ma non mi ritirerò, continuerò la battaglia politica per questo obiettivo e chiamerò tutta la Toscana a pronunciarsi con il voto. Bisogna avere il coraggio di rilanciare: metto la mia testa sulla battaglia di Piombino. All'area a caldo non rinunciamo'', ha continuato Rossi. (segue)



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.