Bper: Vandelli, auspico che aumento capitale possa intercettare la crescita

Così l’amministratore delegato della banca, al termine dell’assemblea tenutasi oggi a Modena, risponde ai rilievi dei piccoli soci che, per affrontare l’aumento di capitale approvato per massimi 750 milioni, si vedranno costretti a versare tra i 12 e i 15 mila euro

ECONOMIA
Bper: Vandelli, auspico che aumento capitale possa intercettare la crescita

Modena, 7 giu. (Adnkronos) - ”Se questo aumento di capitale riesce a intercettare la crescita, allora c’è la prospettiva che possano aumentare anche i ricavi della banca e si possa tornare ad avere una redditività che possa portare anche alla distribuzione di un dividendo”. Così l’amministratore delegato di Bper, Alessandro Vandelli, al termine dell’assemblea tenutasi oggi a Modena, risponde ai rilievi dei piccoli soci che, per affrontare l’aumento di capitale approvato per massimi 750 milioni, si vedranno costretti a versare tra i 12 e i 15 mila euro.


Secondo Vandelli “era sbagliato attendere oltre, bisognava cogliere l’opportunità che il mercato offriva sopratutto in un momento, come quello attuale, in cui sembrano esserci spazi di crescita. Questo aumento di capitale -ha spiegato- guarda a due elementi di fondo. Il primo riguarda il fatto che stiamo andando sotto la vigilanza europea e questo richiede alle banche di avere una maggiore solidità patrimoniale, che possiamo raggiungere proprio grazie a questo aumento di capitale, andando così nel novero delle banche che hanno risposto positivamente ai nuovi livelli di patrimonializzazione che vengono richiesti”.

Questo pero’ secondo Vandelli “non è’ sufficiente. C’è’ la volontà di tornare a crescere come banca e la possibilità vera di intercettare una crescita da parte dell’economia reale. La volontà quindi è proprio quella di poter seguire le imprese e le famiglie in un momento che sembra indicare una svolta per l’economia”.

Qualcosa sta cominciando a muoversi, ha proseguito Vandelli, così come ad esempio nel settore dei mutui residenziali “ma questo non è ancora sufficiente. Mi auguro che le decisioni prese nei giorni scorsi dalla Bce ed espresse con chiarezza da Mario Draghi siano tali da dare un impulso ulteriore a un livello di liquidità che consenta veramente di seguire l’economia. E’ chiaro che ci vuole il concorso di tanti elementi -ha proseguito Vandelli- ci vuole una capacità del paese anche di riformarsi, di cambiare modalità e condotta all’interno delle nostre politiche e questo è molto difficile, ma i presupposti ci sono. Oggi sono positivo sul fatto che sia possibile intercettare la ripresa”.

Per quanto riguarda la crescita di Bper che ha all’orizzonte anche la realizzazione di un nuovo piano industriale, Vandelli ha spiegato che questo si concentrerà sopratutto nello sviluppo e nella crescita dei diversi aggregati. Credo sia evidente che una banca con le nostre caratteristiche abbia come punto centrale l’attenzione nei confronti delle piccole e medie imprese e delle famiglie. Dobbiamo migliorare costantemente la qualità dei servizi e saremo anche attenti a capire come evolve il mercato italiano, abbiamo dei segnali che inducono a ritenere un possibile consolidamento ulteriore del settore. Vogliamo essere pronti con i numeri giusti e un patrimonio adeguato”.

”Nella nostra storia noi siamo cresciuti internamente attraverso la nostra attività -ha proseguito Vandelli- ma siamo cresciuti anche attraverso tante aggregazioni amichevoli. Tra le tante operazioni fatte in passato e’ impressionante vedere quante realtà si sono aggregate al nostro gruppo, quindi ritengo che questa sia una strada che deve andare avanti, essere dei partner affidabili anche in questa prospettiva, pronti a cogliere, se ci saranno, opportunità in futuro. Tuttavia -ha tenuto a precisare in conclusione- al momento non c’è nessuna operazione allo studio perché non è questo il momento per farlo, ma guarderemo nel 2015 a cosa si muove”.

Bper: al via assemblea su aumento capitale



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.