Cerca

Delrio: "Esclusione del cofinanzimento dei fondi Ue alla riunione del 10 ottobre"

Per il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ''i fondi strutturali sono il pilastro fondamentale della crescita dell'Unione europea perché affrontano tutto le sfide principali che abbiamo di fronte, come l'occupazione giovanile e le infrastrutture strategiche''

ECONOMIA
Delrio: Esclusione del cofinanzimento dei fondi Ue alla riunione del 10 ottobre

Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio

La possibilità di escludere la quota di cofinanziamento nazionale dalle politiche di coesione europee "potrà essere discussa nella prossima riunione informale dei ministri del prossimo 10 ottobre". Lo ha detto il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, presentando il programma del semestre italiano di presidenza del Consiglio Ue alla commissione Affari regionali del Parlamento europeo. "Noi pensiamo -ha continuato- che il sostegno agli investimenti per la crescita non è contrario alla disciplina di bilancio, ma può invece rafforzare il Pil".


I fondi europei per la coesione ''non sono fondi residuali ma rappresentano oltre 450 miliardi di euro, sono una somma enorme'' a disposizione per i prossimi sette anni, ha ribadito a margine della presentazione del programma del semestre italiano di presidenza del Consiglio Ue al Parlamento europeo.

Il semestre di presidenza italiana, ha continuato, ''vuole mettere al centro della discussione questo argomento per sottolineare come il tema della crescita può essere affrontato solo includendo questa grande mole di denaro''.

Per il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ''i fondi strutturali sono il pilastro fondamentale della crescita dell'Unione europea perché affrontano tutto le sfide principali che abbiamo di fronte, come l'occupazione giovanile e le infrastrutture strategiche''. E ''un loro uso efficace ed efficiente è uno degli obiettivi migliori che noi possiamo darci nel nostro semestre di presidenza''.

L'accordo di partenariato fra l'Italia e la Commissione europea sulla programmazione dei fondi Ue per il periodo 2014-2020 è ''praticamente chiuso. Abbiamo già risposto a tutte le osservazioni della Commissione e siamo in procinto, anzi abbiamo praticamente chiuso l'accordo di partenariato''.

Delrio ha spiegato poi che ''abbiamo chiuso il nostro accordo quadro con tutte le osservazioni nei tempi giusti come gli altri Paesi europei, facendo un grande sforzo e un grande lavoro. Posso dire che le osservazioni della Commissione sono state archiviate''.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.