Cerca

Sicilia: Piano Garanzia Giovani, ministero Lavoro vigilerà su Regione

Istituita un’unità speciale, una struttura di monitoraggio, presso la direzione Mercato e formazione, e fra le realtà da attenzionare maggiormente c’è proprio l'isola

ECONOMIA
Sicilia: Piano Garanzia Giovani, ministero Lavoro vigilerà su Regione

“Il ministero sicuramente vigilerà sulle attività che la Regione svolgerà nell’ambito del Piano Garanzia Giovani, che vede 178 milioni di euro del Fse gestiti dalla Regione e poco più di 50 milioni di fondi Pac gestiti dal ministero. Abbiamo istituito un’unità speciale, una struttura di monitoraggio, presso la direzione Mercato e formazione, e fra le realtà da attenzionare maggiormente c’è proprio la Sicilia”. A dirlo è stato il segretario generale del ministero del Lavoro, Paolo Pennesi, a conclusione del workshop nazionale dei consulenti del lavoro a Erice Mare, rispondendo all’allarme lanciato dal presidente nazionale dei consulenti del lavoro, Marina Calderone, e del presidente dell’Ordine di Palermo, Vincenzo Barbaro, sul Piano Garanzia Giovani della Regione siciliana.


“Fino a ieri, ad esempio, risultavano registrate 62mila disponibilità in tutta Italia, di cui 34mila solo in Sicilia – ha spiegato -. Inoltre c’è da vigilare sugli accreditamenti dei soggetti intermediari. Riguardo ai risultati del Piano – ha concluso Pennesi - , vedendo lo scenario in Sicilia sarei contento se alla fine di tutto ciò si avviassero dei tirocini, degli stage e soprattutto degli apprendistati. Il ministero su queste cose non può essere disattento, ce lo impone l’Europa”.

Da parte sua, il presidente della Fondazione consulenti del lavoro, Mauro Capitanio, ha rilevato: “Da collocamento privato, grazie alla nostra rete di 200mila professionisti che gestiscono nel Paese 7milioni di rapporti di lavoro, chiuderemo il 2014 con l’avviamento di 15mila tirocini pagati dalle aziende, di cui il 60% si tradurrà in un rapporto di lavoro. Se fossimo in un mercato libero, il numero sarebbe quadruplicato. E se le Regioni ci accreditassero per il Piano Garanzia Giovani, avremmo centinaia di migliaia di nuovi rapporti favoriti dal nostro rapporto diretto con le aziende”.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.