Crisi: Ufoody, il mercato a portata di clic (2)

ECONOMIA
Crisi: Ufoody, il mercato a portata di clic (2)

Il sito di Ufoody sta ottenendo un buon successo anche in termini di immagine, tanto che è tra le dieci paittaforme agroalimentari italiane selezionate da 'Vanity Fair'.


Un anno passato tra analisi di settore, ricerca di partner per il progetto e studi di fattibilità da cui poi è nata la piattaforma. "Il percorso più lungo è stato quello che ci ha portati a scegliere il partner che curasse la logistica", spiega Vincenzo Longo, "ma la scelta più difficile è stata quella di 'mollare' il posto fisso e iniziare a dare vita veramente al progetto". "Abbiamo avuto la fortuna di entrare a far parte dell'incubatore Knowbel di Vignola, che aiuta le startup nella prima fase di sviluppo -continua Longo- dove abbiamo conosciuto il nostro mentor Attilio Giuliani, una persona con una conoscenza del settore agroalimentare veramente profonda che è entrato a fare parte del team dei fondatori di Ufoody".

La startup si avvale di varie collaborazioni, tra le quali quella di un'altra giovanissima startup, la Castellaneta/Paolucci, di Milano che ne cura comunicazione e immagine, dai contenuti alle foto. Ma si avvale anche di accordi di partnership, spiega Longo "con alcune aziende importanti del settore logistico nel food che insieme a noi si occupano di tutto il processo di logistica e spedizione degli ordini che i nostri clienti effettuano sulla nostra piattaforma ufoody.com". Ordinare su ufoody.com è semplice, basta iscriversi alla piattaforma, scegliere il prodotto, pagare con carta di credito o bancomat e la spesa arriverà entro 24 o 48 ore, 72 ore per isole e Calabria. Per ora solo in Italia.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.