Cerca

Simonetta, Rossi: "M.O. ottimo mercato, bene tutti 'ex' emergenti"

Nel 2016 si tornerà a crescere, famiglia pronta a ingresso nuovo socio

ECONOMIA
Simonetta, Rossi: M.O. ottimo mercato, bene tutti 'ex' emergenti

Un mercato, il Medio Oriente, che per il gruppo Simonetta (produce in proprio il marchio Simonetta, su licenza i brand Roberto Cavalli Junior e Fay Junior, e a partire dalla stagione PE 2015, la collezione Fendi Kids in joint venture con la maison romana Fendi) è "ottimo", gli ormai 'ex' emergenti che vanno bene, una Russia in un momento complesso, l'Europa ancora 'ni', e l'Italia che sta finalmente voltando pagina. Sì perché il 2016 dovrebbe proprio essere l'anno della svolta, dopo un 2015 nel corso del quale si iniziano a vedere i segnali tangibili di un cambiamento. (Fotogallery)


"Siamo molto fiduciosi - spiega all'AdnKronos Giuseppe Rossi, direttore generale del gruppo - che la crisi che ha caratterizzato l'inizio dell'anno, compresa quella russa che ha avuto importanti effetti sui grandi player italiani, sia terminata. Sul fatto che ci sia in corso una rinascita e dunque una crescita, questo non lo possiamo appurare. Non siamo assolutamente pessimisti. Anzi, siamo sicuri che la crescita ci sarà. Dire che avverrà nel secondo semestre del 2015 è un azzardo. Bisogna essere molto realisti e pensare che molti mercati in primis l'Italia, ma anche molti europei inclusa la Russia non sono in grande forma, e le informazioni che arrivano anche dalla Cina sono contradditorie. la Cina non sta replicando i tassi di crescita che ha fatto dal 2008 all'anno scorso".

E quindi "se questi tre mercati non sono in grande forma, non si può dire di essere usciti dalla crisi. Per contro - fa notare Rossi - gli Stati Uniti, mercato che sarebbe in grande crescita che avrebbe anche dei vantaggi dal punto di vista dell'exchange rate, purtroppo non è un grandissimo consumatore di moda bambino lusso, alto di gamma. E' un consumatore di casualwear e quindi fa poca differenza averlo o meno".

Le prospettive per l'anno in corso elaborate da Sistema Moda Italia indicano una crescita del 3,8% di crescita nel 2015 per l'abbigliamento bambino, ma, evidenzia il dg di Simonetta, "probabilmente si tratta di un dato globale, relativo a tutto un settore, ma quando si parla di un segmento medio alto è un po' troppo ottimista". "Noi pensiamo che la primavera estate 2015 sarà piuttosto complicata, non un anno di crescita e stagnazione. Il 2016 invece sarà un anno di ritorno alla crescita. Lo sappiamo perché siamo usciti a maggio con le precollezioni che hanno raccolto molto bene in termini di ordini".

Simonetta, che per il 75% vende all'estero, è da 40 anni presente sui mercati internazionali. "Il Medio Oriente è un ottimo mercato - spiega Rossi, mentre l'Asia funziona bene e anche la Cina è in crescita così come la Corea e Singapore. I mercati tradizionali sono flat, mentre quelli che una volta erano emergenti e ora non lo sono più vanno bene".

A chi gli domanda circa le prospettive del mercato africano, subsahariano in particolare, che ricerche della Fondazione Altagamma indicano come nuova frontiera del lusso, Rossi risponde che Simonetta ha ancora "pochissimi clienti, due o tre nell'area subsahariana. Ma da alcuni negozi, punti vendita che abbiamo in Europa ci segalano consumatori che provengono dall'Africa che fanno capire che il nostro prodotto piace e che la disponibilità finanziaria comincia ad esserci. Londra, Parigi e Milano sono le grandi mete del loro shopping. Quello dell'Africa è dunque certamente mondo e una possibilità che si aprono".

Per il futuro prossimo, Rossi ribadisce la possibilità dell'i ngresso di un partner. Oggi il gruppo è nelle mani della famiglia che lo ha fondato: Roberto Stronati è presidente e amministratore delegato; 
Simonetta Stronati è ad e Valeria Stronati, ad anch'essa. "L'azienda è totalmente privata con tre soci e fratelli. La famiglia - spiega - è aperta a un ingresso di un partner, ma non è una esigenza".

"Piuttosto - conclude il direttore generale - una bella opportunità per la crescita con un partner che deve essere affine alla proprietà. Dunque non un progetto, ma un orizzonte".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.