Cerca

Pronti per le vacanze, 7 italiani su 10 scelgono l'Europa e l'80% usa l'auto

Ricerca europea di Tom Tom, Francia, Italia e Spagna i Paesi Ue più battuti per l’estate on the road

ECONOMIA
Pronti per le vacanze, 7 italiani su 10 scelgono l'Europa e l'80% usa l'auto

(Foto Infophoto)

Vacanze on the road, mete d’oltreoceano o 'stessa spiaggia, stesso mare'. Qualunque sia la meta prescelta, gli italiani si preparano a chiudere le valige in vista dei grandi esodi estivi. Ma qual è la tendenza dell’estate e come si sceglie di raggiungere la propria destinazione? In Italia, è l'analisi realizzata da TomTom che ha condotto una ricerca europea con Censuswide, i dati sono inequivocabili: 7 italiani su 10 prediligono l’Europa, l’80% sceglie di muoversi in auto e i percorsi più battuti sono quelli di Francia (62%), Italia (55%) e Spagna (52%).


Lo studio europeo è stato condotto su un panel di oltre 10.000 automobilisti, tra cui 2.000 italiani, studiando le abitudini di guida durante le vacanze ed è emerso che il 66% dei automobilisti italiani hanno in programma un viaggio in Europa questa estate e, strano ma vero, gli italiani sono, insieme ai tedeschi, la popolazione che più di ogni altra studia il Codice della strada del Paese che visita (93% a pari merito) contro l’85% registrato dagli inglesi e l’82% dagli spagnoli.

Molte le difficoltà che gli italiani riscontrano nei viaggi oltre confine, a cominciare dalla guida a destra piuttosto che a sinistra che preoccupa il 62% di turisti del Bel Paese, quindi i limiti di velocità (29%), non sapere dove parcheggiare la propria auto (20%), una scarsa conoscenza della segnaletica stradale (12%). In effetti, quasi la metà degli automobilisti italiani (45%) afferma di preferire che ci sia qualcun altro a guidare perché non si sente sicuro (38%) e lo trova eccessivamente stressante (42%). E non solo.

Gli italiani, addirittura, sono il popolo che più di tutti gli altri sceglie la meta della propria vacanza in base a quanto sia semplice viaggiare sulle strade del Paese selezionato (42%) contro il 40% degli spagnoli e il 38% dei tedeschi. "Esiste un numero enorme di variabili complesse e, a volte, bizzarre, nelle regole del Codice della Strada in tutto il mondo. Come rivela la nostra ricerca è comprensibile che gli automobilisti non sempre conoscano alla perfezione le regole di ciascun Paese" afferma Luca Tammaccaro, Vice President Dach, Italy & See di TomTom.

"La nostra mission -aggiunge Tammaccaro- è quella di semplificare i viaggi degli italiani in tutti i Paesi attraverso i nostri dispositivi e i servizi di navigazione, in questo modo tutti posso essere sempre a conoscenza dei limiti di velocità in un certo tratto, della corsia da scegliere in prossimità di uno svincolo o del parcheggio più vicino in una zona sconosciuta".

Ad analizzare nel dettaglio lo studio, emerge anche che gli italiani sono amanti dell’on the road e l’estate 2015 riconferma la tendenza: 8 su 10 partiranno alla volta delle vacanze con il proprio mezzo o con l’intenzione di noleggiarne uno. E spesso la guida prescelta è un dispositivo di navigazione portatile (57%) che portano con sé anche in caso di noleggio.

Lo studio TomTom ha inoltre evidenziato le principali problematiche riscontrate dai nostri turisti in viaggio all’estero: il 30% dichiara di essere stato fermato dalla Polizia almeno una volta, il 22% di aver superato i limiti di velocità, il 15% di aver sfiorato un incidente e il 6% di averlo fatto sul serio.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.