Home . Soldi . Economia . Design, dopo il Salone il progetto Anything Butts continua nelle iQos Embassy /FOTO

Design, dopo il Salone il progetto Anything Butts continua nelle iQos Embassy

ECONOMIA
Design, dopo il Salone il progetto Anything Butts continua nelle iQos Embassy /FOTO

Dopo l’esperienza della Milano Design Week, il progetto Anything Butts continuerà a vivere nelle iQos Embassy, spazi esperienziali dove, in un ambiente architettonicamente all’avanguardia, i fumatori adulti hanno la possibilità di conoscere l’innovativo prodotto del tabacco senza combustione, iQos (FOTO).


Attualmente presenti a Roma, Milano, Torino, Modena, e prossimamente a Bologna, le iQos Embassy sono concept store dedicati alla vendita, alla cura e all’assistenza del dispositivo elettronico iQos, dove il fumatore adulto, grazie a un contatto diretto ed esclusivo con personale altamente qualificato, riceve supporto, informazioni e servizi dedicati.

Pensate per ospitare eventi esclusivi dedicati alle diverse eccellenze, dal food all’arte, passando per musica e letteratura, in linea con il nuovo prodotto che rappresentano, le iQos Embassy offrono la sintesi dell’aspirazione verso una migliore qualità della vita: design, innovazione tecnologica e sostenibilità.

A rafforzare questo legame contribuisce anche il progetto architettonico alla base di tutti gli spazi iQos che prevedono moduli in Plyfix Tetrapod, una particolare struttura modulare multifunzione, che, oltre a rappresentare una soluzione espositiva, ha un ruolo strutturale e funzionale, fornendo luce artificiale e purificazione dell’aria all’interno degli spazi (FOTO).

Come Anything Butts, i Tetrapod sono composti da fogli in simil-feltro prodotti interamente da materiale riciclato, e realizzati senza alcun tipo di collante. L’ideatore è Arthur Huang, fondatore di Miniwiz, strutturista, architetto, specialista in soluzioni innovative nell’ambito dei materiali di costruzione e delle applicazioni per il riciclo dei rifiuti post-consumo mirate ad accelerare il passaggio a un’economia circolare.

Sotto la guida di Arthur Huang, nel 2015, Miniwiz ha ricevuto il titolo Technology Pioneers assegnato dal World Economic Forum, in riconoscimento del potenziale del settore emergente di cui Miniwiz è leader e degli effetti positivi che le sue attività stanno avendo sullo stato del mondo.

Da Philip Morris Italia e Miniwiz ecco progetto 'Anything Butts'



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.