Home . Soldi . Economia . Intesa SP, offerta Banca 5 arriva in tabaccheria /Video

Intesa SP, offerta Banca 5 arriva in tabaccheria

ECONOMIA
Intesa SP, offerta Banca 5 arriva in tabaccheria /Video

Nasce la "prima banca di prossimità in Europa" con l’arrivo dei servizi di Banca 5 di Intesa Sanpaolo nelle tabaccherie di tutta Italia. Un risultato ottenuto grazie all’acquisizione, a dicembre scorso, del 100% di Banca Itb, l’istituto online che gestisce la rete dei tabaccai. "Sarà un’offerta semplice ma completa" fatta di smartbox in esposizione all’interno dei punti vendita che permetteranno l’acquisto di assicurazioni, la gestione del conto corrente, della carta di credito e richiesta di prestiti personali.


Lo spiega Stefano Barrese, responsabile della divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo, durante la presentazione alla platea di oltre 1000 tabaccai presenti a Roma. "Non esiste un’entità unica che può arrivare così vicino al cliente. E non con uno smartphone, ma con una persona di fiducia". Proprio la fiducia, assieme alla cortesia e alla disponibilità, sono gli aspetti chiave che hanno spinto la banca a lanciare il progetto, "una joint venture vera e propria", come la definisce ancora Barrese, grazie alla quale a disposizione di Intesa Sanpaolo ci saranno un totale di 35mila punti di contatto "tra le tabaccherie, le filiali e gli sportelli bancomat". Numeri molto più alti della concorrenza, aggiunge il manager, "due volte quelli di Poste, Unicredit o Bpm e maggiori di quelli dei supermercati, dei benzinai e delle farmacie".

Il tutto a vantaggio dei tabaccai soprattutto, come ci tiene a sottolineare dal palco Barrese "per quelli che vorranno mettersi in gioco". Si tratta di nuove fonti di remunerazione che, spiega, potranno arrivare fino a 1700 euro al mese: circa 200 risparmiati con il conto in banca aperto con Intesa Sanpaolo, e il restante tra vendita di pacchetti di servizi.

Il progetto dei servizi nelle tabaccherie, il cui nome Banca 5 rappresenta proprio il numero di offerte che Intesa Sanpaolo mette a disposizione (carte di credito, prestiti, conto corrente, assicurazioni e servizi), dovrebbe diventare effettivo da giugno e “significa tantissimo per la nostra banca. Siamo soggetti pbbligati - ha proseguito - a cambiare in un contesto forzato dalle nuove tecnologie. Dobbiamo unire la modernità a quello che chiede la clientela. Per questo porteremo un grande valore aggiunto al contesto dei tabaccai, aiutandoli a cambiare per crescere”.

Secondo un’indagine Ipsos commissionata per l’occasione da Intesa Sanpaolo, il 58% degli italiani utilizza sempre la stessa tabaccheria. Una percentuale elevatissima, pari all’87%, si dice soddisfatta dei servizi offerti, complici anche la flessibilità e la capillarità che la rete delle tabaccherie permette. Unico neo, migliorabile, quello della comunicazione: viene considerata confusa e frammentaria.

Un fronte, ha spiegato ancora Barrese, sul quale si lavorerà a partire dalle informazioni che in tutte le tabaccherie, da sempre, sono esposte con adesivi sulle vetrine.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.