Cerca

Dieselgate, ecco la Fiat nel mirino dell'Ue

ECONOMIA
Dieselgate, ecco la Fiat nel mirino dell'Ue

Oggi la Commissione Ue ha avviato una procedura d’infrazione nei confronti dell'Italia per violazione delle norme Ue sull’omologazione degli autoveicoli, in particolare per quanto riguarda le emissioni. La faccenda non è nuova. Tutto è cominciato lo scorso anno alla richiesta da parte dell'Autorità di omologazione tedesca di una specifica verifica rispetto alla conformità dei veicoli Fiat 500X, Doblò e Jeep-Renegade. "Dai test sulle emissioni sui veicoli Fca, compresa la Fiat 500 X, i veicoli risultano conformi", aveva risposto il Ministero dei Trasporti con una nota. "Sui veicoli infatti, aveva precisato ancora il Mit, "non è stato riscontrato alcun sistema di manipolazione ''defeat device'' non ammesso dalla vigente normativa".


I test furono ripetuti lo scorso febbraio e, ancora una volta, non avrebbero portato alla luce alcuna anomalia nei veicoli. "A differenza di quanto sostenuto dalla Germania sono conformi alla normativa vigente". aveva sottolineato il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio.

Oggi, però, al centro della discussione c'è la sola 500X. La lettera di messa in mora inviata oggi dall'Ue, ha infatti specificato Bruxelles, riguarda solo quella vettura. Il procedimento avviato ha nel mirino proprio i software per il controllo delle emissioni inquinanti montati sulla 500X.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.