Home . Soldi . Economia . Toninelli: "Piloni A24 e A25 in condizioni allarmanti"

Toninelli: "Piloni A24 e A25 in condizioni allarmanti"

ECONOMIA
Toninelli: Piloni A24 e A25 in condizioni allarmanti

(Fotogramma)

Alcuni piloni dei viadotti delle autostrade A24 e A25 "che ho potuto visionare con i miei occhi, sono in condizioni così degradate da risultare allarmanti". A dirlo è il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Danilo Toninelli, riferendo all'assemblea dell’Ance del sopralluogo effettuato nei giorni scorsi lungo queste tratte autostradali. "Useremo, e già lo stiamo facendo, strumenti di alta tecnologia per i monitoraggi, quali sensori e droni, avvalendoci anche del sostegno di eccellenze nazionali in questi campi", ha spiegato.

"A fare le ispezioni saranno tanti giovani ingegneri che, grazie alle assunzioni disposte dal decreto Genova, finalmente torneranno a popolare il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e gli ridaranno quel ruolo che avrebbe dovuto avere anche negli anni passati: vigilante attivo e garanzia di ultima istanza della sicurezza delle nostre infrastrutture - ha assicurato Toninelli -. Abbiamo trovato una situazione disastrata e a tratti imbarazzante, ce la stiamo mettendo tutta per rimettere a posto le cose".

In serata, in relazione alle dichiarazioni del ministro sulla condizione di alcuni viadotti della A24-A25, "si precisa innanzitutto che già da diverso tempo il ministro ha lanciato un serio allarme su quell'infrastruttura che ha anche visitato personalmente - riferiscono fonti Mit -. Non è un caso che nel Decreto emergenze siano stati subito sbloccati i fondi per una messa in sicurezza ormai improrogabile. Peraltro, è giunta al ministero la relazione degli ispettori territoriali in cui si conferma la situazione critica di alcuni tratti dell'asse autostradale".

"Il Mit ha chiesto in tal senso al concessionario di fare le verifiche di sicurezza dopo un ciclo straordinario di ispezioni ministeriali. Nel frattempo - spiegano le fonti - il gestore è stato invitato a mettere in campo limitazioni di traffico, misure che fanno capo alla sua totale responsabilità di iniziativa, anche oltre le indicazioni del Mit".

STRADA DEI PARCHI - Intanto la società concessionaria Strada dei Parchi interviene con una nota per spiegare che "l’autostrada A24-A25 è sicura. Quello che manca sono i decreti per sbloccare i fondi per la messa in sicurezza antisismica". La società concessionaria Strada dei Parchi, si legge nella nota, "suggerisce la lettura del Report redatto dopo i sopralluoghi avvenuti nelle date del 12 settembre e dell’8 ottobre scorsi ed elaborato da un gruppo di specialisti che, su indicazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e in base alla nuova normativa, ha effettuato controlli e sopralluoghi sull’intero tracciato, arrivando alla conclusione che 'non è pregiudicata la stabilità e la sicurezza dell’opera nelle normali condizioni di servizio'. Ergo, l’autostrada è sicura fatti salvi i rischi che possono derivare da eventuali eventi sismici, cosa che rende necessari e urgenti - come reiteratamente chiesto dalla concessionaria e certificato dallo stesso Mit - lavori per la messa in sicurezza antisismica".

Tutto questo, rileva la società, "si accompagna alla constatazione che, a oltre un mese di distanza, mancano i decreti relativi allo stanziamento dei fondi necessari per mettere in sicurezza antisismica la A-24 e A-25. Si tratta dei 192 milioni inseriti nel 'decreto Genova' e più volte annunciati dal titolare delle Infrastrutture. Risorse fin qui indisponibili in quanto, da un punto di vista tecnico, è venuta a mancare la rimodulazione dei fondi. E in assenza di questa, la direzione competente del MIT si rifiuta di emanare i decreti di approvazione dei progetti, anche se già approvati in sede tecnica dal Provveditorato competente". Il risultato?, sottolinea la società, "rinvio dell’inizio dei lavori, anche se nella zona il rischio sismico non aspetta i tempi della burocrazia. Nel frattempo, l’allarmismo ingiustificato ingenerato da parole irresponsabili e la comprensibile preoccupazione dell’utenza hanno fatto sì che negli ultimi giorni il traffico sull’autostrada sia diminuito del 7%".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.