Cerca

Rating e outlook, cosa sono

ECONOMIA
Rating e outlook, cosa sono

Fotogramma

Italia declassata da Moody's. L'agenzia Usa taglia infatti il rating del Paese da Baa2 a Baa3 con outlook stabile, giustificando la revisione al ribasso con le basse previsioni di crescita. Il taglio arriva dopo la conferma di Fitch, comunicata lo scorso settembre, di mantenere il rating 'BBB' al nostro Paese riconoscendolo come "sensibile a circostanze avverse". La tripla B in pagella era stata il risultato di un altro downgrade della primavera dell'anno scorso. Fitch ha abbassato però anche l'outlook, le prospettive, portandole da stabile a negative per "impegni del governo non coerenti con il debito". Ma cosa sono esattamente il rating e l'outlook?


RATING - Il rating, spiegano da Borsa italiana, è un giudizio che viene espresso da un soggetto esterno e indipendente, l'agenzia di rating, appunto, sulle capacità di ripagare o meno i propri debiti. L'agenzia di rating valuta la solvibilità di un soggetto emittente obbligazioni; in altri termini attribuisce un giudizio circa la capacità della stessa di generare le risorse necessarie a far fronte agli impegni presi nei confronti dei creditori. Tale giudizio è sottoposto a revisione periodica. Ci sono quelli delle società e quelli delle nazioni. Essendo gli Stati i maggiori debitori in assoluto, le agenzie di rating valutano e classificano i titoli del loro debito in base alla capacità che gli stessi stati dimostrano di fronteggiarli. La valutazione sul profilo di rischio del credito, spiegano da Money, si basa su una scala di valori che riassume le informazioni qualitative e quantitative in maniera sintetica andando da AAA, che è la valutazione attribuita agli enti con basso rischio di credito, a D, in pratica "la probabilità di rimborso è nulla".

OUTLOOK - Altro strumento di valutazione è l'outlook che, in gergo finanziario, indica la previsione a medio e lungo termine. Se è positivo le condizioni future del Paese si prevedono migliori o uguali al presente. Nel caso sia negativo sono prevedibili peggioramenti e ulteriori declassamenti, mentre se l'outlook è stabile non si prevedono cambiamenti. E' verosimile, in pratica, che il giudizio o il rating resti lo stesso anche in futuro.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.