Home . Soldi . Economia . 'Gare d'ambito per concessione reti gas', convegno a Roma

'Gare d'ambito per concessione reti gas', convegno a Roma

ECONOMIA
'Gare d'ambito per concessione reti gas', convegno a Roma

Discutere e analizzare tutti gli interventi relativi all’utilizzo del gas naturale che costituisce la risorsa energetica più importante in Italia, indispensabile nel complesso percorso di transizione verso le fonti rinnovabili e l’economia circolare: di questo si è discusso a Roma al convegno 'Le gare d’ambito per la concessione delle reti gas', organizzato da Anci Lazio e Consorzio Reti Gas.

Secondo Nicola Marini, presidente di Anci Lazio, "le gare d'ambito per la concessione delle reti gas rappresentano uno degli argomenti di maggiore valenza economica all'attenzione delle amministrazioni e dei Comuni capofila del servizio”. Per Sergio Miotto, direttore commerciale Reti Gas, “ancora oggi, le autorità preposte al tema dell’efficienza energetica (Mi.S.E., Minambiente e Gme) sembrano non aver compreso che il valore del potenziale attivo generabile dai Titoli di efficienza energetica a seguito delle gare gas supera il miliardo e mezzo di euro nei prossimi dieci anni; se le gare saranno pro-competitive, con tali importi ed utilizzando il project financing si potrebbero sostituire con lampade a Led tutti gli undici milioni di punti luce della pubblica illuminazione in Italia, dimezzando la spesa annuale per l’energia elettrica da parte dei comuni, pari oggi ad oltre un miliardo di euro l’anno, ossia 18 euro per cittadino, il doppio di quella tedesca pro-capite”.

Claudio Durigon, sottosegretario di Stato al Lavoro, presente all’evento, ha spiegato che “il mancato espletamento delle gare d’ambito per la concessione delle reti gas è dovuto all’eccessiva burocrazia e questo, in termini di investimento, provoca un danno di qualche decimo di Pil”. Per Alessandra Clemente, assessore Innovazione, Start up e Sicurezza del Comune di Napoli, “noi saremo pronti dal 2019 a bandire la gara per la Città di Napoli e confidiamo nel Parlamento che dia sempre più strumenti alle amministrazioni comunali per fare meglio e procedere più velocemente”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.