Crowdfunding, equity scatta e triplica raccolta

ECONOMIA
Crowdfunding, equity scatta e triplica raccolta

Dario Giudici, CEO piattaforma Mamacrowd

di Andreana d'Aquino- L'equity crowdfunding italiano esce dal perimetro degli investimenti per 'pochi esperti', triplica la raccolta e, fin dall'inizio di questo nuovo anno, mostra nel nostro Paese i segni di un interesse in crescita per l'economia e l'impresa reale. Stando agli ultimi dati dell'Osservatorio Crowdinvesting del Politecnico di Milano su portali autorizzati Consob, al 3 gennaio 2019 l'equity crowdfunding in Italia è balzato a 36,095 milioni di euro di raccolta fondi, un numero triplo rispetto al 2017 quando si contavano 11,8 milioni di euro.


Lo studio dell'Osservatorio guidato da Giancarlo Giudici rileva inoltre che il capitale di rischio totale raccolto in Italia dall'avvio della legge ammonta ormai a oltre 55 milioni di euro. Novità dell'anno che si è appena chiuso è stata anche l’importante apertura del mercato a tutte le Pmi, non solo le startup e Pmi innovative. Cresciuta poi anche la platea di investitori passati dai 3.278 del 2017 ai 9.500 del 2018.

Tutto questo quadro "è il segno che l'equity crowdfunding sta passando da fenomeno di nicchia a fenomeno più allargato e con un pubblico più eterogeneo e che sta crescendo la fiducia degli investitori nell'impresa e nell'economia reale" afferma all'Adnkronos Dario Giudici, Ceo di Mamacrowd, la piattaforma che nel 2018 si è confermata prima in Italia nell'equity crowdfunding con 32 campagne chiuse con successo e 10milioni di euro raccolti.

"L'equity crowdfunding sta confermando una forte crescita nel nostro Paese, sta diventando un fenomeno sempre più di massa" perchè si sta incrementando "la ricerca di investimenti alternativi ai settori tradizionali finanziari che faticano a dare rendimento", osserva Dario Giudici. "In Italia ci sono tanti investitori e imprenditori vicini alle imprese" ed oggi l'equity crowdfunding, la raccolta di fondi via internet del capitale di rischio, "è una porta di accesso che si è aperta e che corrisponde a investire nell'economia reale".

Il Ceo di Mamacrowd sottolinea che inoltre che "diversamente dagli investimenti nelle aziende quotate che sono suscettibili di mille fattori e si traducono in acquisti di azioni, l'equity crowdfunding porta fondi direttamente nelle casse dell'azienda ed i numeri in crescita vogliono dire che c'è fiducia nelle capacità dell'imprenditore di utilizzare con successo i soldi investiti per far crescere l'azienda e, quindi, il valore dell'investimento".

Come Mamacrowd, ricorda il manager, "siamo partiti nel 2016 e già nel 2017 abbiamo raggiunto il primo posto per campagne e raccolta fondi. Inoltre a dicembre scorso abbiamo registrato un fortissimo incremento di iscritti con 5.500 nuovi soggetti" e "guardiamo con ottimismo anche alle stime per il 2019: nei primi 15 giorni di gennaio abbiamo registrato 2.200 nuovi iscritti e ce ne aspettiamo un totale di 7.000 entro la fine del mese". Il Ceo della piattaforma gestita da SiamoSoci argomenta infine che "si capirà nel breve termine" se il boom dell'equity crowdfunding "si consoliderà" nel nostro Paese.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.