Cerca

Toninelli: "Ispezione su A22"

ECONOMIA
Toninelli: Ispezione su A22

E' stata riaperta completamente ieri sera intorno alle 23.30 l'Autostrada del Brennero dove gli automobilisti sono rimasti bloccati per ore a causa della neve e dei camion che non erano riusciti a proseguire la marcia. Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha comunicato che è "già in corso un’ispezione per verificare che il concessionario sia intervenuto adeguatamente per garantire la sicurezza degli utenti, come prevede la convenzione”.


Vogliamo vederci chiaro sui disagi che si sono verificati negli ultimi giorni sulla A22 autostrada del Brennero" dice il ministro in una nota. “Per la gestione dell’A22 la concessione è scaduta da anni e siamo a un passo da rinnovarla con una gestione totalmente pubblica e più conveniente per i territori e per chi viaggia - aggiunge - Nonostante ciò l’attuale concessionario, la cui gestione non si può dire sia stata soddisfacente in questi giorni, e che in questi anni di proroga ha continuato a godere di ricchi profitti, ha fatto ricorso contro la rivoluzione che stiamo mettendo in atto. Una scelta incomprensibile, a meno che la si legga alla luce del tentativo di continuare a guadagnare con gli enormi dividendi di una concessione che non vorrebbero finisse mai”. “Ma noi non ci fermeremo - conclude Toninelli - siamo convinti della rivoluzione nella gestione delle autostrade che stiamo portando avanti. Una rivoluzione che garantirà pedaggi più bassi ed equi, servizi migliori e utili reinvestiti sul territorio”.

Tra i commenti alle dichiarazioni del ministro sulla gestione dell'Autostrada del Brennero, detenuta da soci pubblici per l'84,7%, quello di Lara Comi, europarlamentare di Forza Italia e vicepresidente del Gruppo Ppe. "A22, Toninelli: 'La gestione tornerà pubblica'...forse il ministro non sa che già è pubblica! Non ci resta che piangere... #cineToninelli" scrive l'europarlamentare su Twitter. All'attacco su Facebook il deputato del Partito democratico Michele Anzaldi: "Anche sulla A22 Toninelli conferma incompetenza e sciacallaggio come sul Ponte di Genova". "Davvero il ministro - prosegue Anzaldi - vuol far credere a chi è rimasto al gelo per ore che il problema è la gestione pubblica all'85 o al 100%? La A22 è già pubblica da anni, Toninelli chieda scusa alle famiglie che hanno subito disagi e verifichi eventuali negligenze, invece di straparlare".

A stretto giro la replica del titolare delle Infrastrutture. "Noto in queste ore molto nervosismo in qualche esponente politico del Nordest, e non solo, che sta perdendo le staffe. Stiano tranquilli ed evitino di fare una polemica che si ritorce loro contro, malgrado il solito codazzo di stampa amica. La mia nota di oggi era chiara - precisa su Facebook - si parlava di rinnovo a una concessionaria 'totalmente pubblica', ripeto totalmente, come non lo è Autobrennero Spa (già scaduta da anni e in proroga)".

"E questo è già un risultato non scontato, viste le regole Ue (anzi, abbiamo evitato la gara). Ma autenticamente pubblico sarà finalmente l'interesse privilegiato con il nuovo schema di concessione, sia in favore dei territori che dei cittadini che viaggiano. Stop infatti all'asfalto elettorale, ai clamorosi e ingiustificati dividendi. Sì a maggiori investimenti su servizi e sicurezza, ma anche a pedaggi più equi per chi viaggia - conclude Toninelli - Chi si è ingrassato con la grande mangiatoia delle autostrade cercherà in tutti i modi di fermarmi, ma vado dritto per la mia strada e rimetterò a posto le cose, con infrastrutture meno care e più sicure".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.