'Rottamazione-ter' per tutti

ECONOMIA
'Rottamazione-ter' per tutti

(FOTOGRAMMA)

Nuove possibilità per chi vuole chiudere la partita col fisco per le cartelle dal 2000 al 2017. Con il decreto legge 135/2018, il cosiddetto 'Decreto semplificazioni', si ampliano le possibilità per i contribuenti che vogliono aderire alla definizione agevolata per il periodo in questione, con novità anche per le domande di adesione al 'Saldo e stralcio'.

In particolare, ricorda 'Fisco Oggi', rivista telematica dell'Agenzia delle Entrate, "con la legge 12/2019 - di conversione del Dl - rientrano nella 'rottamazione-ter' anche i contribuenti che non sono in regola con i pagamenti della 'rottamazione-bis', ovvero coloro che non avevano saldato le prime rate in scadenza entro il 7 dicembre scorso" ma che "potranno usufruire dei benefici della 'rottamazione-ter' nella quale rientreranno anche tutte le domande di adesione al 'Saldo e stralcio' che, per mancanza dei requisiti, non potranno rientrare nel provvedimento". L'Agenzia, si legge ancora, "ha adeguato alle novità normative i modelli di adesione che sono già disponibili sul sito internet e agli sportelli dell’ente (modelli DA-2018 e SA-ST)".

COSA CAMBIA
- Presentando il modello, è possibile "l'accesso alla cosiddetta 'rottamazione-ter' anche per i contribuenti che non hanno provveduto al pagamento, previsto entro il 7 dicembre 2018, delle rate della 'rottamazione-bis' (Dl 148/2017) scadute nei mesi di luglio, settembre e ottobre 2018". Per tali debiti "l'importo dovuto potrà essere suddiviso fino a un massimo di 10 rate di pari importo con scadenza 31 luglio e 30 novembre 2019 e, poi, per i due anni a seguire, 2020 e 2021, febbraio, maggio, luglio e novembre. Mentre è prevista anche la possibilità di versare le somme dovute a titolo di definizione agevolata in un’unica soluzione entro il 31 luglio 2019".


Cambiamenti anche per chi aderirà al 'Saldo e stralcio' (definizione agevolata dei debiti a favore delle persone fisiche che si trovano in una situazione di grave e comprovata difficoltà economica, ovvero con Isee inferiore a 20mila euro): "Nel caso di inammissibilità della domanda per il 'Saldo e stralcio' - ricorda 'Fisco Oggi' - anche le cartelle non in regola con i pagamenti del 7 dicembre, rientrano automaticamente nell’ambito della 'rottamazione-ter' con ripartizione del debito in 9 rate". Altra novità riguarda l'"allineamento delle scadenze della definizione agevolata 2018 per le risorse Ue e per l’imposta sul valore aggiunto riscossa all’importazione a quelle della 'rottamazione-ter' (18 rate in 5 anni)".

I contribuenti che intendono aderire alla 'ter' possono compilare e inviare le richieste direttamente online dal sito di Agenzia delle Entrate-Riscossione con il servizio 'Fai D.A. te' (disponibile sia in area pubblica, senza pin e password ma allegando il proprio documento di identità, sia nell’area riservata per chi accede utilizzando Spid o le proprie credenziali).



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.