Cerca

Consob, il triplice obiettivo di Savona

ECONOMIA
Consob, il triplice obiettivo di Savona

(Fotogramma)

E' un "triplice obiettivo" quello che Paolo Savona, indicato alla presidenza della Consob, propone per il futuro della Commissione: "proteggere il risparmio, mobilitarlo per la crescita e limitare il rischio", un intervento che "può giovare delle nuove tecnologie". Lo sottolinea lo stesso Savona in audizione al Senato, spiegando come questa azione si ispira a quella che Alberto Beneduce "fece per sistemare la grande crisi 1929-33". Savona ricorda come la Consob "non è l'unica istituzione che presiede alla tutela del risparmio" e la definisce una organizzazione "ben strutturata mi dicono con punte di eccellenza".


"Ritengo che il governo e il Parlamento - ha continuato Savona - abbiano legali capaci di rispondere" ai dubbi sorti sulla legittimità della nomina a presidente della Consob: se dovesse arrivare un via libera "sarò orgoglioso" di assumere l'incarico, "altrimenti non brigherò, come non ho brigato per mantenerlo.
Dopo aver ribadito di essere "sempre al servizio degli interessi del paese", Savona ha aggiunto: "Non sono assolutamente attaccato all'incarico proposto, non mi resta che aspettare il giudizio". E circa la "potenziale influenza per le mie passate esperienze" di governo, Savona ricorda "che ci sono altri 4 membri in commissione; non potrei mai far passare una delibera che no fosse nell'interesse generale". Infine, osserva, "quanto all'età, facendo i debiti scongiuri. me la sento".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.