Fca, siglato rinnovo contratto

ECONOMIA
Fca, siglato rinnovo contratto

(Afp)

Le direzioni aziendali di Fca, Cnh Industrial e Ferrari hanno siglato poco fa all'Unione Industriale di Torino con Fim, Uilm, Fismic, Uglm e Aqcfr il rinnovo per il quadriennio 2019-2022 del contratto collettivo specifico di livello (Ccsl) che interessa oltre 87mila dipendenti italiani del Gruppo.


L'AZIENDA - "Insieme al piano industriale per l'Italia che con grande senso di responsabilità abbiamo confermato nei giorni scorsi l'accordo di oggi rappresenta un ulteriore impegno dell'Azienda nei confronti di tutti i lavoratori del Gruppo in Italia e dell'intero Paese" dice Pietro Gorlier, ceo della Regione Emea di Fca. "In questo modo pensiamo di avere posto le condizioni per affrontare al meglio le difficili sfide che avremo di fronte nei prossimi anni. Siamo fiduciosi che ognuno farà la sua parte", ha aggiunto.

SINDACATI - ''Grande soddisfazione dopo quattro mesi di trattativa senza un'ora di sciopero, a dimostrazione che la scelta compiuta dieci anni fa di varare un contratto nazionale specifico è una scelta tutt'ora vincente'' dichiara il segretario generale Fismic Confsal Roberto Di Maulo. Il Ccsl, spiega, si rinnova nella forma e nella sostanza, dopo avere assicurato ai lavoratori un aumento nei precedenti quattro anni di vigenza di 6.759 euro in Fca e di 5.196 euro in Cnhi, tassati soltanto al 10% e non al 27% insieme ad un quadro normativo moderno e partecipativo che ha permesso ai lavoratori italiani di affrontare le diverse fasi della congiuntura economica senza traumi occupazionali e di mantenere il settore automotive nel nostro Paese. ''Termina la corsa il premio di redditività, la cui parte anticipata di 330 euro l'anno entra nel sistema di premio di efficienza, e vengono stabiliti aumenti della paga base ben più alti di quella che sarà l'inflazione prevista, garantendo per questa via la rigorosa tutela della retribuzione dei lavoratori italiani. In più, l'aumento della quota a carico delle aziende per adeguare la sanità integrativa (Fasif) e la previdenza integrativa (Cometa) permette ai lavoratori una migliore copertura del welfare per i lavoratori e le loro famiglie'' prosegue.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.