Cavalli chiede concordato preventivo

ECONOMIA
Cavalli chiede concordato preventivo

(Fotogramma)

Il consiglio di amministrazione di Roberto Cavalli per salvaguardare l’operatività e la continuità aziendale deciso all'unanimità di presentare al Tribunale di Milano una domanda di ammissione alla procedura di concordato preventivo in continuità. Il cda della maison ha inoltre preso atto del proseguimento dei contatti in corso fra gli attuali azionisti e alcuni soggetti che hanno manifestato interesse "per un possibile intervento per dotare la società delle risorse necessarie al superamento dell’attuale stato di tensione finanziaria", si spiega dalla società.


Attraverso la domanda di concordato preventivo la società "intende avvalersi di uno strumento giuridico appositamente predisposto dal legislatore per poter gestire e superare fasi di criticità attraverso procedure ben definite che potrebbero anche comportare per la società la sospensione di alcune attività in Paesi esteri".

Il Tribunale nell’esaminare la richiesta stabilirà il periodo di durata del procedimento durante il quale la società manterrà aperto il confronto con tutti i soggetti e le autorità preposte per definire i dettagli delle eventuali iniziative da assumere.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.