Cerca

Da Assemblea Bper ok a bilancio 2018 e dividendo

ECONOMIA
Da Assemblea Bper ok a bilancio 2018 e dividendo

Via libera dell'Assemblea di Bper al bilancio chiuso al 31 dicembre del 2018 che è stato approvato a larghissima maggioranza con oltre il 99% dei voti. L'Assemblea Ordinaria dei soci di Bper, che si è svolta oggi a Modena, è stata anche un'occasione per fare il punto sullo stato economico e patrimoniale dell'intero gruppo, dopo l'importante acquisizione di Unipol Banca (VIDEO).


Il gruppo Bper ha chiuso il 2018 con un utile lordo dell'operatività corrente di 345 milioni di euro (252 quello della sola Bper Banca) e una redditività operativa che sale del 2,08% rispetto all'esercizio precedente toccando i 2 miliardi di euro. Le commissioni nette salgono a 776,3 milioni in aumento del 4,8% rispetto allo scorso anno. Il segno più è dovuto soprattutto all'ottimo risultato di Bancassurance in crescita del 149% rispetto a 2017. Salgono del 6.66% i costi di gestione (1,3 miliardi) di cui 821 milioni per il personale. Molto importante il trend dei crediti deteriorati che proseguono la loro discesa. 3,2 miliardi pari al 6,81% del totale dei crediti netti verso la clientela. Nel 2017 erano l'11,35%. .

Stabile la raccolta diretta dalla clientela quasi 50 miliardi (49,99) con un rapporto impieghi/raccolta pari al 94,11% rispetto al 94,75% del 2017. Per quanto riguarda Bper Banca il margine di interesse si attesta a 773 milioni di euro in calo del 3,69% rispetto al 2017 mentre l'utile complessivo nel 2018, al netto delle imposte si attesta al 306,7 milioni di euro (era 208 milioni l'anno precedente).

"Siamo molto soddisfatti della partecipazione", ha dichiarato Alessandro Vandelli, amministratore delegato di Bper Banca, visto che era presente in assemblea il 40% del capitale sociale. Poi fa piacere ovviamente che tutti i gli ordini del giorno abbiamo raggiunto l'unanimità o quasi. Fa piacere anche poter presentare all'assemblea dati positivi sia di bilancio che di piano industriale. Ho raccolto dagli azionisti una soddisfazione per i risultati ottenuti. Poi è chiaro che gli azionisti si aspettano risultati sempre migliori, dividendi sempre più alti. Ci troviamo in un contesto, di cui va tenuto conto. Anche se con segno negativo da marzo 2018 a marzo 2019 i nostri titoli sono i migliori del sistema bancario. Poi due aspetti sono molto importanti. La riduzione dei crediti deteriorati e il fatto che tutte le operazioni che abbiamo fatto le abbiamo fatte senza vendere pezzi del nostro gruppo".

Bper non vuole fermarsi neanche dal punto di vista delle acquisizioni. e anche qui Vandelli è abbastanza chiaro: "Due aspetti sono fondamentali nella nostra storia. Uno è la capacità di evolvere. L'altro la capacità di crescere. A noi fa piacere cogliere le opportunità che si manifestano sul mercato, grazie alle ultime operazioni supereremo la soglia degli 80 miliardi come totale attivo; non sono alla ricerca esasperata della dimensione, ma va detto che oggi per sostenere il mercato, i cambiamenti e gli investimenti anche la dimensione ha il suo valore. Nelle prossime settimane saremo impegnati a finalizzare le operazioni già approvate ma non nascondo che il pensiero va a cosa si può fare di più e di meglio".

Sul rapporto con Unipol che presto potrebbe salire al 20% come azionista, Vandelli continua: "E' un rapporto positivo. Siamo soddisfatti come partner industriale vista la possibilità di poter offrire ai nostri clienti prodotti assicurativi con un gruppo alle spalle importante. Sotto il piano di Unipol come azionista il rapporto è solido, positivo e chiaro con momenti di confronto che danno la fiducia che si possa crescere nei prossimi anni".

Sul sistema bancario italiano l'ad di Bper è molto ottimista: "E' più solido che in passato. Credo che gli anelli più deboli siano già usciti dal sistema, e che oggi anche di fronte ad una fase difficile, il sistema sia molto più preparato e più consapevole".

L'assemblea ha anche eletto Paolo De Mitri (all'unanimità dei voti espressi) presidente del Collegio Sindacale e Cristina Calandra (al 99,99% dei votanti) sindaco effettivo per il residuo del triennio 2018/2020. Patrizia Tettamanzi e Veronica Tibiletti sono state elette sindaco supplente.

L'Assemblea di Bper ha approvato la distribuzione, come da proposta del Cda, di un dividendo unitario in contanti pari a 0,13 euro per ciascuna delle 481.308.435 azioni rappresentative del Capitale sociale (al netto di quelle che saranno detenute in portafoglio della Banca alla data di stacco cedola: n. 455.458 al 31 dicembre 2018 così come ad oggi), per un ammontare massimo complessivo pari a 62.570.096,55 euro. Il dividendo è soggetto a ritenuta alla fonte a titolo di imposta ovvero concorre alla determinazione del reddito imponibile in misura variabile in funzione della natura del percettore. Il dividendo approvato sarà posto in pagamento a far tempo dal 22 maggio 2019. Ai fini della quotazione del titolo, lo stacco del dividendo avrà luogo lunedì 20 maggio, mentre la record date è fissata per martedì 21 maggio.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.