Gruppo Cap, nel 2018 ricavi oltre 348 mln

ECONOMIA
Gruppo Cap, nel 2018 ricavi oltre 348 mln

(Fotolia)

Sono stati presentati a Milano i numeri del bilancio consolidato 2018 di Gruppo Cap, l'azienda pubblica che gestisce il servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, nel settore idrico prima azienda in-house italiana per patrimonio con quasi 800 milioni di euro e quarta per abitanti serviti. I ricavi superano i 348 milioni di euro con saldo di gestione di oltre 31 milioni di euro, 101,95 milioni di margine operativo lordo e investimenti in infrastrutture a servizio del territorio che raggiungono i 95,45 milioni di euro, pari al 39% dei ricavi della tariffa, in crescita del 13% rispetto al 2017. Un indotto generato di 4.974 posti di lavoro.


“Il bilancio 2018 conferma l’impegno dell’azienda nel perseguire con determinazione una governance di gestione delle infrastrutture idriche incentrata sull’efficienza e sull’innovazione, secondo un modello economico circolare basato sulla gestione sostenibile dell’oro blu, commenta Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato Gruppo Cap. La crescita sia dei ricavi che degli investimenti, a fronte di una politica tariffaria tra le più basse in Europa e in Italia, è un segnale importante per il territorio che presidiamo da oltre 90 anni, testimonia la volontà di affrontare le sfide ambientali ed economiche del futuro con ottimismo”.

I dati che emergono dalla Dichiarazione di carattere non Finanziario (Dnf) 2018 di Gruppo Cap parlano di oltre 95 milioni di euro di investimenti in infrastrutture, 10 milioni in più rispetto al 2107, che hanno generato un valore economico di oltre 259 milioni di euro distribuito agli stakeholder, il 10% in più rispetto all’anno precedente (235 milioni).

Per l’azienda pubblica che porta l’acqua a 2,2 milioni di cittadini il 2018 è stato anche l'anno di inaugurazione del nuovo Centro Ricerche Salazzurra, aperto lo scorso settembre all’Idroscalo, il parco alle porte di Milano. Il polo vuole essere non soltanto un centro di eccellenza per l'innovazione e la gestione sostenibile dell’acqua sul piano nazionale e internazionale, ma anche un incubatore e acceleratore di startup, capace di ospitare le più innovative attività in ottica Reserach & Development, frutto della simbiosi industriale tra pubblico e privato.

"Il bilancio consolidato 2018 di Gruppo Cap -sottolinea Michele Falcone, direttore generale di Gruppo Cap- porta molte sorprese, la prima è sicuramente il superamento di una soglia enorme di investimenti, stiamo parlando di oltre 95 milioni di euro in infrastrutture sul territorio e che rappresentano il 39% dei ricavi. Una somma che forse nemmeno noi ci aspettavamo di raggiungere". "Gli investimenti -aggiunge- riguardano l'ammodernamento delle infrastrutture, che sono sempre la nostra priorità, ma anche nuovi campi su cui da anni stiamo lavorando come quello dell'innovazione. Abbiamo dedicato il 2018 al lancio del nostro Centro Ricerche Salazzurra all'Idroscalo di Milano, siamo riusciti ad avere oltre 700 mila euro di credito di imposta che certifica da parte dello Stato un'attività di ricerca enorme".

La vicinanza ai cittadini è uno degli obiettivi di Gruppo Cap: "Illustrare alla gente la qualità del prodotto Cap ha determinato una maggiore fiducia dei cittadini" prosegue Michele Falcone. "Per noi sono fondamentali canali come la riduzione delle bollette cartacee e lo sviluppo di quelle online che genera un risparmio di oltre 600 mila euro l'anno. Abbiamo pensato anche alle fasce deboli con azioni simboliche, ma importanti, come il contratto in Braille e andando a rateizzare il recupero crediti per venire incontro alle difficoltà che le famiglie possono riscontare".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.