Cerca

A24, in arrivo primi 30 milioni per messa in sicurezza

ECONOMIA
A24, in arrivo primi 30 milioni per messa in sicurezza

(Fotogramma)

I primi 30 milioni di anticipo per la messa in sicurezza sismica dell'Autostrada A24 Roma-Teramo dovrebbero arrivare in tempi brevi, già la prossima settimana, non appena la Corte dei Conti darà il proprio via libera. E' quanto apprende l'Adnkronos da fonti informate sul dossier secondo cui il protocollo è stato perfezionato. I 30 milioni che saranno a disposizione della concessionaria Strada dei Parchi, controllata dalla Toto Holding - che ha già fatto partire i primi progetti firmati con i propri fondi - fanno parte del plafond previsto nel decreto Genova, che stanzia complessivamente 192 milioni di cui 120 già pronti per la messa in sicurezza sismica, contenuti in un protocollo che è stato già perfezionato e bollinato dalla Ragioneria dello Stato.


E che ora, appunto, è al vaglio della Corte dei Conti. Il fondo, ricordano le fonti, prevede il pagamento a stato di avanzamento lavori. Dovrebbe essere in questo modo 'stemperata' la tensione che si era creata sulla A24 e A25 tra il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, e Strada dei Parchi, concessionaria di A24 e A25 dopo l'allarme lanciato a metà dello scorso ottobre dallo stesso titolare del Mit sullo stato di alcuni piloni dei viadotti delle due tratte che collegano Lazio e Abruzzo. In risposta la società, con una lettera di diffida inviata al Ministero chiedeva lo sblocco dei 192 milioni per la messa in sicurezza. Il ministro a margine dell’assemblea annuale di Confetra replicava: "Noi la nostra parte l’abbiamo fatta, nel decreto Genova ci sono 50 milioni già pronti nel 2018 e 142 nel 2019".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.