Cerca

Alitalia, spuntano altre offerte

ECONOMIA
Alitalia, spuntano altre offerte

(Fotogramma)

Spuntano altre offerte per Alitalia. "Non ci sono cattive notizie, la notizia è che si stanno valutando altre offerte che si sono aggiunte al blocco originario Ferrovie, Mef, Delta. Al mio ritorno faremo il punto" ha detto il vice premier Luigi Di Maio, arrivando al forum economico italo tunisino.


L'ipotesi di un rinvio della scadenza di oggi per la presentazione dell'offerta vincolante per la compagnia, circolata con sempre maggiore insistenza nei giorni scorsi, ha ora i crismi dell'ufficialità: il consiglio di amministrazione delle Fs si è riunito e ha preso in esame il tema della proroga del dossier. Un passaggio formale, quello comunicato dalla holding di Villa Patrizi, che ora viene sottoposto al vaglio dei commissari straordinari dell'aviolinea, che esprimeranno il proprio orientamento che dovrà essere condiviso con il Mise per la decisione finale. La lettera destinata alla terna commissariale, secondo quanto s'apprende da fonti vicine al dossier, partirà oggi.

In questi giorni si è parlato di un mini rinvio fino alla metà di maggio rispetto alla deadline che scade oggi. Sarebbe, comunque, auspicabile, secondo fonti interpellate, non andare oltre il termine delle elezioni Europee, il 26 maggio prossimo.

Anche se i contenuti della missiva rimangono sotto stretto riserbo, le motivazioni che hanno indotto il gruppo guidato da Gianfranco Battisti sono intuibili e sono maturate nello scenario che si è delineato in questi giorni: la mancanza di un importante tassello per la costituzione della newco, il veicolo societario con il quale dovrà decollare la nuova Alitalia. Il nodo principale, che non si è sciolto, è quello della partecipazione di Atlantia. Nulla, infatti, si sarebbe mosso rispetto alla netta posizione espressa dall'amministratore delegato del gruppo, Giovanni Castellucci, due settimane fa all'assemblea degli azionisti: Atlantia ha tanti fronti aperti per aprirne un complesso come Alitalia. E da allora non ci sono stati contatti o avanzamenti nel dossier.

Insomma, alla composizione della compagine azionaria manca sempre il fatidico 40%, per aggiungersi al 30% delle Fs, al 15% di Delta Air Lines e al 15% del Mef. Se accordato, il rinvio dovrà servire a tentare di comporre il puzzle.

Intanto, i sindacati di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto aereo hanno proclamato lo sciopero per tutto il settore del trasporto aereo il prossimo 21 maggio per l'intera giornata, ad eccezione dei controllori di volo.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.